Libia: nuova offensiva del Cnt a Sirte. Ribelli avrebbero già conquistato il porto

Libia, Cnt attacca Sirte. Le forze armate del Cnt sarebbero ad un passo dalla conquista di Sirte, la città natale di Gheddafi, che è anche uno degli ultimi bastioni delle truppe lealiste. I lunghi bombardamenti degli aerei Nato avrebbero permesso agli insorti di entrare definitivamente nella città libica, e di averne conquistato anche l’importante porto, stando a quanto è stato dichiarato da Mustafa bin Dardef, il comandante della brigata Zintan del Cnt. Ora mancherebbe all’appello solamente la città di Bani Walid, che da diversi mesi sta portando avanti una dura resistenza contro le forze armate guidate dal Consiglio nazionale transitorio.

Battaglia in corso da tre giorni – Gli aerei della Nato hanno bombardato Sirte per tre giorni. In questo modo si è facilitato il lavoro delle truppe del Cnt, che dovevano entrare in città per cacciare i lealisti. L’esercito rivoluzionario però ha atteso diverse ore prima di attaccare, per permettere alla popolazione locale di lasciare Sirte, evitando così nuove vittime tra i civili. Successivamente le truppe del Cnt sono entrate in città, conquistando il porto di Sirte e mettendo in fuga i lealisti, che avrebbero lasciato incustodito anche un importante deposito di armi e munizioni presente nella parte meridionale del centro abitato. Non appena la città di Sirte sarà conquistata, il Cnt passerà all’attacco di Bani Walid, che è ancora nelle mani delle truppe legate a Gheddafi. Anche in questo caso si potrebbe chiedere l’intervento della Nato, che Mahmud Jibril ha considerato necessario finché tutto il territorio libico non sarà liberato.

Simone Lo Iacono