Ufo, l’America reclama verità da Obama

Il governo degli Stati Uniti, si sa,  è sempre stato reticente per ciò che concerne l’argomento UFO: a differenza di altri altri Paesi come l’Inghilterra, non ha mai aperto al pubblico i propri archivi, evitando il più possibile di rilasciare dichiarazioni in merito. Questo atteggiamento di chiusura ha contribuito ad accendere gli animi dei sostenitori della teoria del complotto, che ora chiedono a Barack Obama di confermare una volta per tutte l’esistenza degli extraterrestri.  Nella pagina We the people del sito web della Casa Bianca, dove è possibile presentare petizioni su svariati argomenti, è stata pubblicata una richiesta ufficiale da Stephen Basset, presidente dell’associazione Paradigm Research Group:

“Noi, firmatari della petizione, chiediamo con urgenza al presidente degli Stati Uniti di confermare ufficialmente una presenza extraterrestre in contatto con la razza umana – recita il testo – e di diffondere immediatamente, rendendoli pubblici, tutti i documenti rilevanti su questo fenomeno scritti dalle agenzie e dalle fonti militari. Centinaia di agenzie federali e militari sono state testimoni di una presenza extraterrestre e più dell’80% degli americani ritiene che il governo non dica la verità su questo fenomeno. La gente ha il diritto di sapere. La gente è in grado di affrontare la verità“.  La petizione ha raggiunto e superato in pochi giorni le 5000 firme, ovvero il numero necessario per essere presa in considerazione. Un dato che il governo americano non potrà di certo ignorare.

Sabina Delle Rose