Fiorentina, minacce di morte a Montolivo

Fiorentina, minacce a Montolivo – E’ proprio vero, al peggio non c’è alcun limite. Quando poi i limiti (quelli presunti) vengono superati in un ambito, come quello sportivo, in cui i toni dovrebbero essere più leggeri, vuol dire che c’è qualcosa che davvero non va. E’ il caso oramai famoso del separato in casa Riccardo Montolivo, da tempo ai ferri corti con la Fiorentina. Negli ultimi giorni i toni si sono alzati, a partire da Mario Cognigni, presidente operativo del club, che ha rilasciato alcune dichiarazioni mirate ad infangare il centrocampista, reo di non voler rinnovare il contratto in scadenza a giugno 2012. L’apice è stato raggiunto con alcune minacce di morte pervenute al giocatore tramite Facebook.

Follia – Che si arrivi a minacciare, per un qualsiasi motivo, è già un segnale di poca lucidità. Che lo si faccia per questioni calcistiche è indice di pazzia. Dopo le vicende legate al non-rinnovo di contratto da parte di Montolivo, uno pseudotifoso viola ha ben pensato di utilizzare un celebre social network come Facebook per minacciare il giocatore. Allenatore e compagni si sono subito unti intorno al mediano con grande solidarietà, mentre dalla società si attendono ancora segnali di distensione. Nel frattempo l’autore del gesto, un ragazzo di 21 anni, è stato denunciato dalla Digos di Firenze, che conduce le indagini su una vicenda francamente vergognosa.

Alberto Ducci