Il poeta siriano Adonis favorito nella corsa al Premio Nobel per la Letteratura

E’ l’ottantunenne poeta siriano Adonis, pseudonimo di Ali Ahmad Said Esber, il candidato indicato come favorito alla conquista del Premio Nobel per la Letteratura 2011, che verrà annunciato a Stoccolma il primo o secondo giovedì del mese di ottobre. “Il più importante poeta arabo del nostro tempo” secondo il parere della giuria tedesca del prestigioso Premio Goethe, che è stato assegnato all’autore alla fine dello scorso agosto. Attivissimo nel dibattito politico-culturale, estetico e filosofico, Adonis incarna con la sua produzione la volontà di una rinascita culturale araba, rileggendone il patrimonio in chiave di apertura alla modernità. Tra le sue opere più significative, i “Canti di Mihy?r il damasceno” (1961), scritto dopo un lungo soggiorno parigino, “Il teatro e gli specchi” del 1968, insieme a nuove riviste quali Af?q (Orizzonti) nel 1964 e Maw?qif  (Posizioni) nel 1968, che ospitano sperimentazioni poetiche, poesie in arabo dialettale, traduzioni dalle maggiori esperienze poetiche contemporanee e poemi in prosa.

Possibili candidati – Per i bookmaker inglesi di Ladbrokes Adonis è in testa alle scommesse e viene dato per quattro ad uno. Al secondo posto tra i favoriti c’è’ il poeta svedese Tomas Transtromer, 80 anni, con 9/2.  Scommesse anche sullo scrittore statunitense Thomas Pynchon, sulla scrittrice algerina Assia Djebar, sul poeta coreano Ko Un , sul poeta australiano Les Murray e sullo scrittore giapponese Haruki Murakami, da un decennio nomi ricorrenti nel toto-Nobel. Minori sono le quotazioni per lo scrittore ungherese Peter Nadas , per il poeta nepalese Rajendra Bhandari e il poeta indiano K. Satchidanandan . Si scommette poi sullo scrittore irlandese John Banville, fresco vincitore del Premio Franz Kafka, e sugli autori inglesi Ian McEwan e Salman Rushdie. In calo appaiono le quotazioni dei ricorrenti autori statunitensi Philip Roth, Cormac McCarthy, Don DeLillo e Joyce Carol Oates. In netto ribasso le aspettative per un Nobel rock a Bob Dylan, che qualche anno fa appariva in pole position.

Possibilità di vittoria – «Adonis è da tempo tra i nomi più o meno fissi della shortlist del Nobel letterario e quest’anno può avere molte possibilità di vittoria», ha dichiarato un portavoce di Ladbrokes. L’anno scorso il più quotato dagli scommettitori è stato Transtromer ma alla fine l’Accademia Reale Svedese ha incoronato lo scrittore peruviano Mario Vargas Llosa. Che succederà quest’anno?

Valentina De Simone