Lady Gaga dedica “Hair” ad un giovane fan morto

Lady Gaga – Lady Gaga sarà pure, per molti, la brutta copia di Madonna dei bei tempi oppure, peggio, il simbolo del tracollo di un’intera generazione, eppure funziona, sa come darsi ai propri fan e sa come vendersi per accumularne di nuovi. Demonizzare chiunque è sempre, in fondo, sbagliato: Lady Gaga ha successo e piace, e dall’alto del ruolo che ricopre nella vita di molti può, perché no, anche farsi portavoce di cause e valori, quali, ad esempio, la questione dell’omofobia. Di recente la giovane si è cimentata nell’ennesimo tentativo di essere “ethically correct”.

Jamey Rodemeyer –  Lady Gaga si trovava sul palco dell’iHeartRadio Music Festival 2011 e stava per esibirsi a favore della folla in fermento. Si da il caso che il diciotto settembre un suo fan, uno dei suoi “piccoli mostri”, come li chiama lei, sia passato a miglior vita. Si tratta di una questione particolarmente delicata: il ragazzo in questione si chiamava Jamey Rodemeyer, e si è tolto la vita a soli quattordici anni. Il gesto di dedicare a questo suo fan il suo ultimo singolo “Hair” è stato, indubbiamente, nobile da parte della pop star, che non è entrata nel merito dell’azione che ha compiuto il piccolo, ma che ha voluto rivolgersi direttamente a lui per dirgli:
“Jamey so che ci stai guardando, non sei una vittima. Sei una lezione per tutti noi”.
Giovane vittima del bullismo, che Lady Gaga ha denunciato durante tutta l’esibizione, il piccolo Jamey ha ricevuto, solo per lui, la voce della sua beniamina.

M.C.