Ricercatore riceve 2 milioni per la ricerca contro i virus

Matteo Iannacone, 2 milioni per la ricerca. Pluripremiato un ricercatore italiano, rientrato in Italia l’anno scorso grazie alla donazione di 1 milione di dollari dalla Fondazione Armenise-Harvard. Il  giovane cervellone è Matteo Iannacone che, dopo aver aperto il proprio laboratorio presso l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano, è stato premiato adesso anche con l’European Research Council (ERC) che finanzierà con 2 milioni di euro la sua ricerca. L’obiettivo dei suoi studi, sostenuto sulla base dell’eccellenza scientifica del ricercatore e della forza innovativa della sua idea,  è quello di capire i meccanismo molecolari e cellulari alla base della formazione degli anticorpi.

Finanziamento importante. “Grazie all’utilizzo di tecniche d’avanguardia disponibili al San Raffaele – spiega l’Istituto in una nota – come la microscopia intravitale multi-fotone (una tecnica avveniristica che permette di analizzare in tempo reale cosa succede quando un virus entra nell’organismo e il modo in cui reagiscono le cellule), Iannacone e i suoi collaboratori cercano di capire come mai alcuni virus inducono delle ottime risposte anticorpali e vengono eliminati, mentre altri virus non le inducono e persistono nell’organismo causando infezioni croniche. Questa ricerca permetterà non solo di spiegare meglio la patogenesi delle infezioni virali, ma potrebbe portare alla creazione di nuovi modelli per lo sviluppo e la validazione di nuovi vaccini”.

Adriana Ruggeri