Calciomercato Milan: Galliani segue Marchisio, Montolivo a giugno

Calciomercato Milan. Avvicendamenti nel settore nevralgico della compagine rossonera. Nel giugno del 2012, il Milan probabilmente perderà ben cinque centrocampisti per scadenza di contratto: Van Bommel, Gattuso, Seedorf, Ambrosini, Flamini. La dirigenza di via Turati ha quindi deciso di muoversi sin da subito per non arrivare al prossimo calciomercato estivo con il fiato sul collo. Dopo l’acquisto di Nocerino e il probabile riscatto di Aquilani, il Milan oltre a seguire Khedira del Real Madrid, si è tuffato su Claudio Marchisio della Juventus. Giovane, 25 anni, è un centrocampista duttile, forte fisicamente con ottimi tempi di inserimento. Per queste ragioni, è ideale a ricoprire il ruolo di mezz’ala nello schieramento di Allegri. Galliani è da tempo in pressing su di lui e sarebbe pronto ad offrire una cifra considerevole: 15 milioni di euro alla Juventus e 4 milioni a stagione al giocatore, contro i 2,5 milioni che percepisce attualmente. Il giocatore non vorrebbe tradire i colori bianconeri che lo hanno lanciato nel calcio che conta, tuttavia sta riflettendo sull’allettante proposta economica.

Primo acquisto per giugno. Difficile ottenerlo a gennaio, Riccardo Montolivo probabilmente approderà a Milano solo nel giugno del prossimo anno. Sebbene infatti il suo agente spinga per una cessione durante il calciomercato di riparazione, la dirigenza viola non pare disposta a privarsi del giocatore, almeno fino al momento in cui si svincolerà a parametro zero. “Perdere il giocatore a gennaio sarebbe una beffa” ha affermato il presidente viola Mario Cognigni. Infatti, nonostante i fischi dei tifosi e le minacce ricevute su Facebook, Montolivo resta un giocatore fondamentale per lo scacchiere di Mihajlovic e difficilmente la dirigenza viola potrà trovare un sostituto all’altezza in breve tempo. Per questo, tra Milan e Montolivo sarà solo un arrivederci: il matrimonio si farà tra nove mesi, quando il giocatore sarà finalmente libero da ogni vincolo con la società viola.

Emanuele Ballacci