In Rai calano gli ascolti, e Garimberti si preoccupa

Rai, ascolti – Della Rai si parla spesso ultimamente, e solo di rado se ne parla bene. Guardando alle politiche che ha deciso di adottare la celebre rete televisiva italiana a partire da un po’ di tempo a questa parte, si direbbe che più di qualcuno lì dentro non solo non ha voglia di svolgere il proprio mestiere ragionevolmente, ma non ha nemmeno occhio per gli affari. Santoro è stato mandato via, la Dandini è a spasso, Saviano andrà su La7 perché la Rai non ha trovato opportuno, quest’anno, di accoglierlo di nuovo: dire che si sono dati la zappa sui piedi è dire poco! Garimberti è, ora, preoccupato, per il vertiginoso calo degli ascolti. “Ma cosa mi dici mai??”, direbbe Topo Gigio.

Rai Uno, Garimberti – Per quanto la mancata reintegrazione nel personale operativo di persone come la Dandini e Santoro non abbia affatto giovato alla buona salute dell’emittente televisiva, c’è da dire che la recente crisi degli ascolti va di pari passo con i guai giudiziari di Augusto Minzolini. Se il direttore del Tg1 era già indagato per questioni inerenti all’utilizzo della carta di credito Rai, ora sui suoi problemi grava anche il “caso Ferrario”. Ieri sera RaiUno ha ricevuto un numero d’ascolti pari a quello di “Chi l’ha visto”. Garimberti è preoccupato. Che fare?

M.C.