Roma, DiBenedetto al lavoro per il nuovo stadio: “Speriamo di averlo già entro il 2012”

Roma, dichiarazioni DiBenedetto. La vittoria conquistata contro il Parma domenica scorsa ha placato le acque agitate che c’erano a Roma, ed ha anche ammorbidito l’atteggiamento di alcuni tifosi, che dopo l’eliminazione dall’Europa League e l’avvio deludente in Campionato avevano già manifestato un certo dissenso verso il nuovo progetto made in Usa. Ore che le cose sembrano essersi messe sul binario giusto, inizia il vero lavoro di Thomas Richard DiBenedetto, che da sempre si è detto pronto a cambiare la concezione del calcio e del tifo in Italia, per rendere la sua Roma una squadra vincente in Italia e nel mondo.

Primo step: nuovo stadio – Il progetto di DiBenedetto ha come perno principale la creazione di un nuovo stadio, che sia di proprietà esclusiva della Roma. Intervistato da L’Espresso, il neo-patron giallorosso ha rilasciato queste dichiarazioni sulla creazione di un nuovo impianto calcistico nella capitale: “Con Gianni Alemanno abbiamo avuto una discussione molto propositiva. Lui è al nostro fianco, ed adesso stiamo valutando diverse aree. Ci sono vari ‘developers’ locali che hanno espresso il loro interesse ad essere coinvolti nell’operazione. Il 2012 sarà l’anno buono? Noi ci speriamo, ma bisognerà che ci sia la collaborazione di tutte le forze politiche“.

Seconda fase: web marketing – L’altra componente principale del progetto DiBenedetto è legata alle strategie di web marketing, che saranno gestite da persone di fiducia provenienti dall’America, e che vedranno anche l’utilizzo di social network famosi come Facebook. L’imprenditore italo-americano è fermamente convinto che il binomio ‘città di Roma-Roma calcio’ possa dar vita ad un brand unico al mondo per profitti, e per questo motivo sta cercando in tutti i modi di renderlo abbastanza commerciabile. Solo così la Roma potrebbe avvicinarsi a potenze calcistiche come Real e Barça, e solamente in questo modo sarebbe pronta a batterle anche sul campo.

Simone Lo Iacono