Rugby, Mondiali: l’Italia si scioglie, addio quarti di finale

Rugby, Mondiali – L’Italia del rugby non scrive la storia: l’Irlanda demolisce gli azzurri che salutano il Mondiale senza passare dai quarti. Ancora una volta la partita decisiva è l’ultima del girone: i presupposti per fare bene c’erano tutti. Ma l’Irlanda è stata superiore e, meritatamente, raggiunge la fase ad eliminazione diretta della Coppa del Mondo in corso in Nuova Zelanda. Si chiude malissimo, invece, l’esperienza di Nick Mallett alla guida dell’Italrugby: è una sconfitta pesante (6-36) e che brucia moltissimo. Ora si aprirà l’era Brunel con il ritorno alla scuola francese.

La partitaUna disfatta: un primo tempo molto tattico, che l’Irlanda chiude avanti 9-6 grazie ai calci di O’Gara e con l’Italia che resta aggrappata con le trasformazioni di Mirko Bergamasco. Ma nella ripresa l’Italia non rientra in campo: pronti-via e O’Gara mette tra i pali un’altra punizione, poi arrivano due mete in 4 minuti: la prima di O’Driscoll, la seconda di Earls: il numero 10 irlandese le trasforma entrambe. Il vantaggio si fa consistente, gli azzurri sono fallosi, nervosi, perdono anche il controllo della mischia che tante soddisfazioni ha dato negli ultimi tempi. E’ un calvario: una punizione di Sexton e un’altra meta di Earls portano il punteggio sul 36-6 finale. L’Italia esce male dal Mondiale. Si dovrà ripartire e, come al solito, ricostruire. Manca ancora quel salto di qualità che ci si aspetta da tempo ma sta tardando, forse troppo, ad arrivare.

Edoardo Cozza