Serie A, Cesena-Chievo 0-0: Sorrentino è super, Giampaolo trema

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:54

Cesena-Chievo – Vittoria rimandata per il Cesena di mister Giampaolo che al ‘Manuzzi’ non va oltre lo 0-0 contro un Chievo accorto che ha badato soprattutto a non scoprirsi. I romagnoli ottengono il primo punto in campionato che vale loro l’ultimo posto in classifica assieme al Bologna. Un buon pareggio, invece, per i clivensi che si portano a quota otto punti e danno continuità ai buoni risultati contro Napoli e Genoa. La gara è stata molto equilibrata, con i padroni di casa che sono andati vicini al gol con Adrian Mutu che su calcio di rigore ha fallito la migliore delle occasioni facendosi ipnotizzare da Sorrentino che, ancora una volta, si è dimostrato uno dei migliori portieri del campionato.

Prevale la noia – L’inizio del match è solo un’illusione. Giampaolo non rinuncia al suo amato 4-3-3, ma quello bianconero è un tridente sterile. Il Cesena parte forte e, già al primo minuto, si rende pericoloso con Guana, abile a calciare dal limite dell’area un pallone che si spegne sull’esterno della rete. Da parte sua, il Chievo si limita a coprire bene il campo provando qualche sortita in contropiede e affindandosi spesso a lanci lunghi facilmente controllati dalla difesa bianconera. Col passare dei minuti la partita si spegne. Gli unici a metterci un po’ di convinzione sono Candreva e Ceccarelli che, subentrato al 9′ all’infortunato Comotto, è autore di alcune buone cavalcate sulla fascia destra. Per la prima conclusione nello specchio della porta bisogna attendere il 47′: dopo un batti e ribatti in area, Candreva è abile a calciare al volo di sinistro. Sorrentino è attento e respinge di pugno.

Mutu spreca, Sorrentino super – Al rientro dagli spogliatoi Giampaolo manda in campo Bogdani al posto di un deludente Ghezzal. E la mossa sembra subito dare i suoi frutti. Proprio il neo entrato è bravo a spizzare di testa per Mutu che calcia in porta trovando la risposta di Sorrentino. Di Carlo prova allora a cambiare le carte in tavola inserendo Paloschi e Sammarco al posto di Moscardelli e Cruzado. La doppia mossa non produce però alcun effetto. Sono sempre i bianconeri a fare la partita. Al 16′ il fatto che potrebbe cambiare la storia del match: Bogdani viene steso in area da Sardo. Banti concede il calcio di rigore: dal dischetto si presenta Mutu, ma il rumeno si fa ipnotizzare da Sorrentino. Il Chievo controlla e si accontenta di un buon punto. Finisce 0-0 tra i fischi del pubblico.

Umberto Grano

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!