Andrea Cocco pretende rispetto per la privacy: “Basta interviste, lasciatemi in pace”

Andrea Cocco pretende rispetto per la privacy – “Basta con le interviste, lasciatemi in pace“. Con queste parole, chiare e concise, per l’ennesima volta Andrea Cocco chiede rispetto per la sua vita, per la sua privacy e per tutto quello che lo circonda, a partire dalla relazione improvvisamente finita con la ex gieffina, Margherita Zanatta. Certo, sembra paradossale che una pretesa del genere venga perpetrata proprio da uno che ha passato 6 mesi della sua vita rinchiuso in una casa con non si sa più quante telecamere puntate addosso, pronte a “spiare” ogni movimento, ogni parola, ogni sguardo. Forse solo i pensieri sono salvi nella casa del Gf.

La “pecora nera” del gregge – “Non ho più intenzione di parlare della mia vita privata e nessuno riuscirà a convincermi del contrario. Non andrò in nessuna trasmissione: i programmi distraggono dalle cose importanti“. Così il modello si è rivolto ai suoi fan, spiegando la scelta, (per il momento) irreversibile, di tagliarsi fuori da questo circo mediatico di cui lui non si è mai sentito parte. Forse la “pecora nera” del gregge non mente…

Sobrietà, calma e razionalità – Lui, 32 anni, italo-giapponese, nella casa è sempre stato l’emblema della calma, della sobrietà e della razionalità. Non ha mai cercato le telecamere e ha sempre fatto in modo di rimanere “anonimo”. Ma oggi, nel fastidioso mondo dell’effimero, è costretto ad utilizzare parole forti per liberarsi: “Ce l’ho con la tv che esaspera la cronaca- ha detto a Libero-, odio dover raccontare i miei fatti: è come se Grande Fratello non fosse mai finito veramente. Sono stufo di sentirmi dire cosa devo fare per contratto: d’ora in poi faccio di testa mia, a costo di pagare la penale”.