Meredith, parlano i fratelli: Vogliamo la verità e continueremo a cercarla

Una sentenza di Appello non è un verdetto definitivo, però il pronunciamento della Corte di Perugia, ieri sera, ha portato, com’era d’altronde prevedibile a un’ondata di commenti sugli sviluppi giudiziari di uno dei gialli che più hanno interessato le cronache nazionali negli ultimi anni. Secondo i giudici non sarebbero stati Amanda Knox e Raffaele Sollecito a collaborare con l’ivoriano Rudy Guede, già condannato in via definitiva a sedici anni, nell’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, avvenuto il 1° novembre 2007.
Un giudizio che ha ribaltato in toto la sentenza di primo grado che aveva visto condannati i due imputati rispettivamente a 26 e 25 anni di carcere.

Il day after – Il giorno dopo la clamorosa sorpresa, che tuttavia nelle scorse settimane era stata ipotizzata dai commentatori non più come una semplice chimera, l’attenzione è stata interamente concentrata sulle reazioni dei familiari della vittima.
La madre Arline, la sorella Stephanie e il fratello Lyle hanno tenuto una conferenza stampa per dire la propria su quanto deciso dai giudici di Perugia.
La sorella di Meredith ha dichiarato: “Finché non si conosce la verità non possiamo perdonare nessuno. Sarà anche molto difficile che ci possa essere un contatto con Amanda. È stato uno choc. Siamo molto delusi dalla sentenza. Perché non abbiamo nessuna risposta“.
Sulla stessa lunghezza d’onda, il pensiero di Lyle: “Se Amanda e Raffaele sono stati assolti ci chiediamo allora chi ha collaborato con Rudy Guede, condannato in via definitiva, all’omicidio di Mez?“.
I due fratelli della vittima hanno però tenuto a ribadire che il loro esclusivo interesse è quello di giungere alla verità e non di trovare dei capri espiatori: “Abbiamo accettato la decisione, rispettiamo la corte. Non siamo il partito dei colpevoli. Siamo quelli che vogliono sapere quello che realmente è successo. I pm hanno detto che faranno appello in Cassazione e noi continueremo a cercare la verità”, ha aggiunto Lyle.

S. O.