Afghanistan e India, alleanza anti terrorismo. E fanno fuori il Pakistan

Il patto tra Afghanistan e India. Il presidente afghano Hamid Karzai e il primo ministro indiano Manmohan Singh si sono riuniti a Nuova Delhi per firmare una alleanza strategica contro il terrorismo. Questo legame che si fa più forte, volto a combattere il pericolo di attentati talebani all’interno dell’Afghanistan, da un lato sta dando nuovo risalto politico all’India sul piano internazionale, mentre dall’altro sta togliendo smalto alla politica estera del Pakistan, rimasto fuori da molteplici patti di alleanza stipulati in quest’ultimo periodo dall’Afghanistan, come anche quello con gli Usa, volto a garantire la sicurezza interna una volta che le truppe statunitensi lasceranno a poco a poco, come è previsto, il territorio afghano.

Le accuse pesanti al Pakistan. La realtà è che l’Afghanistan non si fida più del Pakistan, e proprio da quest’ultima nazione teme attacchi terroristici e complotti con i talebani. Addirittura, Hamid Karzai e gli investigatori da lui assoldati per spiare i movimenti diplomatici e militari pakistani, accusano il Pakistan di essere tra i mandanti dell’omicidio del capo dei negoziati di pace tra Afghanistan e talebani, Burhanuddin Rabbani, ucciso due settimane fa. Di questo fatto gli stessi portavoce di Hamid Karzai affermano di sapere già anche che sarebbe stato progettato a Quetta, e che l’esecutore materiale del delitto fosse di nazionalità pakistana ed operasse in accordo con la sua nazione di appartenenza.

Delicata situazione internazionale. Accuse pesanti, che non aiutano il Pakistan ad avere lustro nell’attuale scena internazionale, ancorché non siano ad oggi dimostrate con certezza. Staremo a vedere come, nel panorama degli equilibri internazionali, lo stesso Pakistan eventualmente si difenderà dai sospetti e reagirà all’impasse data dal rischio di avere terra bruciata intorno, isolandosi con l’inimicarsi le principali potenze mondiali, restando dunque con un unico legame solido, vero o presunto: quello con il regime talebano.
(Nella foto: Karzai con Singh)

Sandra Korshenrich