Bianca Balti: legalizziamo la prostituzione

Balti: legalizzare la prostituzione – Bianca Balti, oggi una delle top model più pagate al mondo, in un’intervista rilasciata questa settimana alla rivista A, lancia la provocazione: “Legalizziamo la prostituzione. Non capisco perché l’unica attività completamente esentasse debba essere andare a puttane”. La Balti ha le idee ben chiare riguardo la situazione lavorativa dei giovani in Italia, soprattutto delle donne. “Oggi tante ragazze si vendono a uomini di potere e fanno finta di essere delle gran dame. Fanno male. È contro la mia morale, e non mi vergogno di dire che ne ho una. Sono belle, giovani, avrebbero potuto avere una vita splendida, innamorarsi, costruire qualcosa” dice la Balti. “E comunque potevano anche lavorare come tutti. Invece chi aspetta i clienti lungo i viali ha la coscienza di sè e di quello che fa. È l’unico punto di partenza per un riscatto”.

Non lascia l’Italia – L’Italia di oggi non è un paese meritocratico, non si fa carriera perché si è più bravi, ma perché più disponibili, anzi in certi casi disposti a tutto. Da qui la critica alle donne che si vendono al potere, ma per la Balti il problema è a monte; dovrebbe essere lo Stato a incentivare una certa condotta, invece la top model su questo è molto dura: “Io sono certa: stiamo correndo verso l’apocalisse. Dovremmo frenare, avere il coraggio di cambiare tutto“. Nessun desiderio di fuggire dall’Italia dunque, visto che lei è una top model di fama mondiale? Assolutamente no, assicura Bianca: “Io sono arcipatriottica, voglio vivere in Italia, voglio che mia figlia faccia la scuola pubblica, voglio essere curata dalla mutua. Voglio essere fiera del mio paese e far parte in tutto e per tutto del suo popolo”.

 

Carriera all’apice del successoVentisette anni e una figlia di quattro, la top model, è attualmente protagonista dei nuovi spot della Tim a fianco di Neri Marcorè e Marco Marzocca. Al contempo è diventata la nuova testimonial Hogan, ed è  impegnata in questi giorni a Parigi per il lancio della collezione. La sua carriera è all’apice, eppure anche la Balti, come tutti gli esseri umani, ha un sogno nel cassetto. “Vorrei mettere da parte abbastanza per lasciare tutto e vivere di rendita. Mi basterebbe avere una casa a Milano, una al mare e 2500 euro al mese. Potrei andare in giro con i miei amici, godermi le giornate con il mio uomo, crescere mia figlia Matilde. Avrei tutto quello che serve“. Come darle torto? Coi tempi che corrono, due case e 2500 euro al mese è un sogno niente affatto minimal-chic!

Silvia Aresi