Italia, l’ottimismo di Rossi e il dubbio Balotelli

Italia, Rossi ottimista – Fino a poche ore fa sembrava certo il suo forfait, ma Giuseppe Rossi ha tranquillizzato i tifosi azzurri all’uscita della seduta in palestra, e mentre firmava i consueti autografi si è lasciato scappare un rassicurante cenno di ottimismo. L’attaccante italo-americano aveva accusato un dolore al ginocchio sinistro dopo la gara di Champions League giocata contro il Napoli, problema che si è rimanifestato giorni dopo quando ormai il ritiro della Nazionale era già cominciato. Lo stesso attaccante del Villarreal ha fatto chiarezza sul suo stato attuale, rispondendo alle domande dei cronisti presenti questa mattina all’allenamento: “E’ un dolore che mi porto dietro dalla sfida di Napoli. Ora però sto meglio“. Tuttavia, difficilmente lo staff medico darà il via libera per la gara di venerdì, ma la punta ex-Parma farà di tutto per rendersi utile alla causa azzurra.

Dubbio Balotelli, Pazzini out – La tegola più grossa in casa Italia è sicuramente legata a Giampaolo Pazzini. L’attaccante interista infatti continua ad accusa dolori alla cavaglia e la sua assenza nella sfida di Belgrado è ormai certa. Ad aumentare le preoccupazioni di Cesare Prandelli c’è anche il dubbio Balotelli. La giovane punta del City ha infatti riscontrato problemi alla schiena e questa mattina ha effettuato gli accertamenti in ospedale saltando l’allenamento con il gruppo azzurro. I risultati delle analisi non sono ancora noti, ma in attesa di un recupero lampo di Giuseppe Rossi, il ct della Nazionale si troverà con ogni probabilità ad affrontare la Serbia con i soli due attaccanti rimasti a disposizione: Antonio Cassano e Sebastian Giovinco, due talenti che però dovranno adattarsi a sostenere l’intero peso dell’attacco in assenza di punte di ruolo.

Giuseppe Carotenuto