Milan in lutto per Gianni Nardi, storico vicepresidente rossonero

Milan, Gianni Nardi – Lutto in casa Milan per la scomparsa di Gianni Nardi, storico vice-presidente del club rossonero dal 1984. Nardi, che aveva 80 anni, fu personaggio centrale e decisivo nel delicatissimo periodo in cui la società milanista, sotto la gestione-Farina, rischiò il fallimento. Fu Nardi, infatti, a salvare il Milan ottenendo le azioni del club destinate al Tribunale e girandole, consentì l’acquisto del club a Silvio Berlusconi. In un messaggio sul sito ufficiale della società rossonera si legge:”È mancato lo storico vicepresidente rossonero Gianni Nardi. Il nostro presidente, l’intera dirigenza del club rossonero, lo staff, i giocatori, tutti i dipendenti di via Turati, di Milanello e del Centro Vismara, tutti i collaboratori ne salutano la figura, con infinita commozione“.

Un grandissimo Milanista – Il primo Milan dopo la stella e dopo i difficilissimi primi anni Ottanta, lo costruì proprio Gianni Nardi.  “Non era il presidente, – prosegue la nota del club rossonero – ma era come se lo fosse. Fu lui a convincere Nils Liedholm a tornare al Milan nel 1984. Fu lui a promuovere il rafforzamento della squadra con gli acquisti di Terraneo, Di Bartolomei, Virdis, Wilkins e Hateley. Se il Milan di Silvio Berlusconi è diventato il club più titolato al mondo, lo si deve anche alla sua disponibilità nei mesi difficili del salvataggio del club. L’allora nuova dirigenza capì i suoi sforzi e la sua passione, al punto da volerlo a tutti i costi con la carica di vicepresidente”.

 

 

Umberto Grano