A sorpresa spunta il nome di Bob Dylan come favorito per il Nobel

Bob Dylan, Nobel Letteratura. Manca ormai pochissimo all’annuncio di chi sarà insignito quest’anno del Nobel per la Letteratura. E più si avvicina il momento clou più sale la febbre da scommesse. Scommesse che  all’ultimo momento hanno visto affacciarsi in pole position un nome a sorpresa. Si tratta del cantautore, poeta, regista attore, icona, insomma semplicemente Bob Dylan. Si non è un omonimo, stiamo parlano proprio del celeberrimo autore di Blowing in the wind, Like a Rolling Stones e tanti altri brani immortali che da anni si è presentato anche nel salotto nobile della letteratura mondiale con la sua candidatura in pectore a ricevere il più ambito dei premi. Il fatto nuovo è che quest’anno sembra che possa essere la volta buona, tanto che nelle ultime ore il suo nome è balzato in testa alle puntate dei bookmakers britannici.

Altri pretendenti. Ma quello di Dylan non è ovviamente l’unico nome in lizza per ricevere l’onoreficenza degli accademici svedesi. Infatti restano comunque ben piazzati i due grandi favoriti della vigilia, vale a dire il poeta siriano Adonis e lo scrittore giapponese Murakami. Più indietro si trovano i nomi degli unici italiani presi in considerazione, vale a dire Umberto Eco ed Andrea Camilleri. Insieme a loro la solita nutrita schiera di autori più o meno famosi che da anni sono tra i papabili, vale a dire l’istraeliano Amos Oz, gli statunitensi Cormac McCarty (il nostro prediletto), Thomas Pynchon e Philip Roth. In mezzo a loro tutta una serie di carneadi che, come ci ha abitutato l’accademia negli ultimi anni, probabilmente alla fine riuscrità a spuntarla come è successo nei casi più recenti di Le Clezio o Herta Muller (qualcuno provi a drici che li conosceva prima che ricevessero il premio). Comunque ormai non ci resta che attendre le ore 13 di oggi. A quel punto ogni dubbio sarà celato, e finalmente sapremo.

Simone Ranucci