Arezzo: oggi autopsia per Allison, caccia al pirata che l’ha uccisa

Sarà effettuata nella giornata di oggi l’autopsia sul corpo di Allison Owens, la ragazza americana scomparsa domenica da San Giovanni Valdarno e trovata morta ieri mattina in un canale della Strada Stale 69.

Oggi l’autopsia – All’ospedale di Montevarchi sono già arrivate alcune amiche della ventitrenne, che dovranno effettuare il riconoscimento ufficiale della salma, al termine del quale, il medico legale comincerà l’autopsia. La giovane americana sarebbe stata travolta da un’auto pirata mentre faceva footing. Questa è, al momento, l’ipotesi più accreditata dai carabinieri: Allison sarebbe rimasta in acqua per circa 60 ore, dopo essere stata investita da un auto e sbalzata nel canale adiacente la strada, dove il suo corpo è stato ritrovato, riverso e parzialmente coperto dall’acqua. La ragazza è stata trovata con indosso gli abiti che aveva al momento della scomparsa ed alle orecchie ancora gli auricolari del lettore Mp3. E’ possibile che la giovane stesse ascoltando la musica e non si sia accorta dell’auto che sopraggiungeva; di contro, chi l’ha investita non avrebbe fatto in tempo ad evitarla, forse anche per problemi di visibilità dovuti al riverbero del sole. A causare il violento impatto avrebbe contribuito, probabilmente, anche l’elevata velocità a cui procedeva l’automobile, tanto da sbalzare la giovane donna dieci metri oltre, nel fosso, e a causarne la morte sul colpo. A sostenere questa ipotesi investigativa, oltre alla scarpa sportiva ritrovata dai carabinieri lungo la Statale, anche la testimonianza di una persona che abita nelle vicinanze, che ha dichiarato di aver sentito, proprio nel pomeriggio di domenica, delle urla e un’auto che sgommava, come se stesse ripartendo in tutta fretta dopo essersi fermata. Sul fondo stradale non sono state, inoltre, trovate tracced i frenata, a conferma che l’investitore non ha visto la donna.

Lavorava come guida turistica – Allison Owens era arrivata a San Giovanni da pochi giorni, dopo un primo soggiorno avvenuto circa un mese fa. Era in Valdarno per lavorare come guida turistica in un’agenzia che organizza visite e tour enogastronomici, e abitava insieme ad altre colleghe. Sul posto è anche arrivato il fidanzato della giovane, Josef, che ha doppio passaporto tedesco e americano. Anche la mamma di Allison è atterrata ieri a Firenze ed è stata accolta nella caserma dei carabinieri di San Giovanni Valdarno, assistita da personale diplomatico statunitense. Ieri, sul posto, sono intervenuti i Carabinieri di San Giovanni Valdarno, i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale del luogo, e il pm di Arezzo, Marco Dioni. Determinanti saranno i rilievi eseguiti dagli esperti del Ris dei carabinieri, che dovranno valutare ogni dettaglio e ogni traccia per fugare eventuali dubbi sulle cause del decesso di Allison Owens. Ad ogni modo, secondo gli inquirenti non ci sarebbero state aggressioni o violenze e non ha trovato ancora conferma neanche l’indiscrezione secondo cui, tra i capelli della ragazza, sarebbero stati individuati frammenti di vetro. I carabinieri stanno indagando sul caso ed è caccia al pirata della strada che l’ha investita ed è scappato senza prestarle soccorso.

Francesca Theodosiu