F1, Barrichello difende il posto: “Raikkonen non può fare meglio”

F1, movimenti di mercato – Barrichello desidera essere della partita. La stagione 2011 oramai è alle sue battute finali e l’esperto pilota brasiliano vuole ancora misurarsi nel massimo campionato automobilistico, raggiungendo la soglia dei vent’anni (consecutivi) in Formula uno. L’opzione principale (e forse l’unica) rimane quella del rinnovo con la Williams, nonostante dei piccoli dissapori durante i primi mesi dell’anno causa prestazioni della vettura al di sotto delle aspettative. La scuderia di Grove però non fa mistero di guardarsi attorno e con Pastor Maldonado confermato (lo sponsor petrolifero PDVSA ringrazia) l’unico sedile libero è proprio quello di Barrichello. Le possibilità sono due e ben distinte: prendere un giovane munito di una consistente valigia (di soldi) oppure tentare l’azzardo Raikkonen, affascinante si ma di difficile realizzazione. Ovviamente Rubens sa perfettamente di questa situazione e la sua replica è arrivata puntuale.

La scelta giusta – Secondo lui infatti il team inglese sbaglierebbe a sostituirlo sia con un ricco giovane che con il campione finlandese: “Non credo che chiunque altro, compreso Kimi, sia in grado di offrire qualcosa più di me. La Williams ha capito come lavoro e il contributo che posso dare al team. Anche i piloti giovani non sono una buona scelta. Possono portare più soldi, ma possono anche fare tanti errori e incidenti, che alla fine non giustificherebbero il risparmio in termini di costi stagionali” L’impegno certamente non è mai mancato e le difficoltà tecniche sono sotto gli occhi di tutti. Ma la struttura di Frank Williams non naviga in buone acque finanziarie ed un deciso cambio di rotta si potrebbe rilevare fondamentale per la sua stessa sopravvivenza. Stringere nuovi accordi di partnership tramite un volto nuovo o molto famoso è il segreto per rimanere a galla, nella speranza di ritrovare la strada della competitività persa dall’ormai lontano 2004.

Scenari interessanti – Barrichello però continua a sperare: “La Williams ha capito che guido ancora con entusiasmo, anche se la macchina non è competitiva. Con loro ho dato sempre il massimo e sanno quanto ci tengo ad essere al via del prossimo anno. Spero che a questo punto mi facciano sapere al più presto la loro decisione”  Nulla è davvero definito e ancora non è tempo di contratti o firme. A quanto pare però, secondo un quotidiano finlandese, l’interessante opzione Raikkonen potrebbe ricevere il preziosissimo appoggio della Banca Nazionale del Qatar, disposta a finanziare l’operazione qualora le parti si dimostrassero molto vicine al “sì” definitivo. Non solo un inaspettato ritorno di immagine, ma anche un munifico sponsor pronto a sostenere il peso dell’ingaggio di un campione del mondo. Vedremo come muterà la situazione nei prossimi mesi, colpi di scena annessi.

Riccardo Cangini