”Ricucire L’ Italia”, Pisapia: ”La fine di Berlusconi è imminente”

Durante la manifestazione ”Ricucire l’Italia”, organizzata da Libertà e Giustizia all’Arco della Pace di Milano, il sindaco Giuliano Pisapia ha preso la parola per dire la sua e annunciare la fine, sempre più vicina, di quel male oscuro, noto ai più come ” berlusconismo”, e l’ avvento di una nuova era politica. ”L’Italia -ha detto- offre uno spettacolo vergognoso, avvilente: un governo inerte e lacerato che pensa solo a salvare il presidente del Consiglio per mettersi al riparo da una fine politica ormai imminente. Ha capito che dalle città sta salendo un vento nuovo e quindi ha tagliato i bilanci, ma non servirà”. La manifestazione si presenta come proseguo di quella svoltasi lo scorso febbraio al Palasharp, quando, alcuni politici e intellettuali -uniti dal comune nemico- cavalcarono l’ onda del sentimento popolare per far soffiare il vento del cambiamento. ”Abbiamo vinto nel maggio scorso – ha ribadito Pisapia  – e vinceremo la prossima volta, che sarà presto”.

In difesa della democrazia.E’ proprio questa nuova aria e la rinnovata voglia di partecipazione a dar fiducia al neo sindaco, che, quasi come un fiero combattente anti regime incita: ” E’ necessario che gli italiani siano uniti contro chi ha distrutto la democrazia”.” Quello che si evidenzia -ha continuato- è un nuovo modo di fare politica, fatta da tutti per tutti e non da pochi per pochi: ricucire l’Italia significa estendere questo nuovo modo a tutto il Paese”. L’ Italia, pare aver dimenticato cosa sia la democrazia, soggiogata dalla vanità di un Premier che non ha imparato a dire la frase giusta al momento giusto,  ma Pisapia è ottimista, qualcosa sta cambiando e gli italiani possono ancora essere salvati. Aspettiamo Zarathustra.

Francesca D’ ettorre