Tori Amos in classico a Milano (foto)

Tori Amos, Concerto, Milano, Foto. «Ho usato la struttura di un classico ciclo di canzoni per raccontare una storia moderna. La protagonista è una donna che si trova tra le braci morenti di una relazione»: presenta così, Tori Amos, il suo nuovo album, “Night of Hunters”.
«È un concept album lungo una sola notte, nella quale ci scopriamo allo stesso tempo cacciatori e prede».

Milano attende Tori Amos e Tori Amos, ieri sera in scena al Teatro Arcimboldi, non delude Milano.
Accompagnata da un quartetto d’archi, due violini, viola e violoncello, la cantautrice statunitense siede tra il suo pianoforte e le tastiere, in un elegante abito giallo. Il concerto ha il suo fulcro nell’ultimo lavoro dell’artista, un moderno omaggio alla musica classica.
Non mancano però i brani più storici, più noti, come “Cruel”, “Suede” e “Winter”.

Il pubblico meneghino apprezza e Tori pare decisamente compiaciuta; tutto funziona alla perfezione, gli archi perfettamente miscelati tra loro formano un elegante tappeto per il pianoforte, la sua voce così calda, suadente si incastona magistralmente nel sound ed anche la scenografia con quel lampadario in mezzo al palco rende l’atmosfera ancora più intima, familiare.

Pier Luigi Balzarini

Cliccando in basso a destra si accede ad un’esclusiva photogallery del concerto

Fotografie di Pier Luigi Balzarini