Elezioni in Polonia, nuovo mandato per il governo di Tusk

Conferme politiche in Polonia. Quando mancano soltanto il sette per cento dei seggi da scrutinare, tutto fa pensare che le elezioni legislative, svoltesi nella giornata di domenica, daranno la possibilità alla coalizione attualmente al governo di continuare a guidare il paese con un nuovo mandato.
Il principale partito, il partito liberale di centro Piattaforma civica (Po) guidato dal primo ministro Donald Tusk, si è imposto sugli altri ricevendo il 38,96% delle preferenze. Il secondo partito a ricevere il maggior numero dei voti è stato quello dei conservatori di Diritto e Giustizia (PiS), formazione il cui leader è l’euroscettico Jaroslaw Kaczynski. Ha votato per il PiS il 30,03% degli aventi diritto.

La sorpresa – La vera novità di questa tornata elettorale, però, è rappresentata dal risultato ottenuto dal Movimento Palikot, partito radicale e anticlericale, che ha raggiunto quasi il 10% delle preferenze, affermandosi come terza forza del Paese. Per quanto riguarda la coalizione di maggioranza farà leva anche questa volta sul Partito dei contadini (Psl) che è stato votato quasi dal 9 per cento dei polacchi che si sono recati alle urne.
Al gruppo formato da Po e Psl andranno così 236 seggi sul totale di 460 deputati al Sejm (Camera bassa del parlamento) così distribuiti: 206 a Piattaforma Civica e 30 al Partito dei Contadini.

S. O.