Home Cultura

A Roberto Saviano va il Pinter Prize 2011 per il coraggio

CONDIVIDI

E’ Roberto Saviano il vincitore del Pen/Pinter Prize 2011, il prestigioso riconoscimento letterario per la libertà d’espressione. Il trentaduenne autore di Gomorra è lo “scrittore coraggioso” dell’anno insieme al drammaturgo David Hare, considerato la miglior penna britannica.

Parole contro il silenzio e l’ombra – «Roberto Saviano ha sfidato la camorra, prima con il romanzo Gomorra e poi con il film che ne è stato tratto – ha dichiarato il sessantaquattrenne Hare nel corso della cerimonia di consegna dei premi, avvenuta ieri sera a Londra -. Lo ha fatto mettendo ad alto rischio la sua sicurezza. La mia speranza nel condividere il premio con lui è che il riconoscimento del Pen possa, seppure in misura minima, rendergli la vita più facile». Saviano, che non ha potuto partecipare alla serata, ha ringraziato con un messaggio i suoi lettori: «Quando senti che molti hanno bisogno di vedere, sapere e cambiare e non solo di essere intrattenuti o confortati, allora vale la pena di continuare a scrivere» si legge nel comunicato letto dagli organizzatori e riportato dalla Bbc. «La mia riconoscenza va a chi ha reso possibile che le mie parole divenissero pericolose per certi poteri che hanno bisogno di silenzio e ombra – ha scritto nel messaggio letto da David Hare lo scrittore, che vive ormai sotto scorta dal 2006, dopo la pubblicazione di Gomorra, -. Questo premio va ai miei lettori. Lo devo a loro se ho portato ciò che mi sta a cuore fuori dalle pagine dei libri».

Orgogliosa la vedova Pinter – Presente alla cerimonia londinese anche Antonia Fraser, vedova di Harold Pinter: «Sono sicura che Harold sarebbe orgoglioso di vedere il suo nome associato a quello di David Hare e Roberto Saviano, due autori dal coraggio eccezionale».

Valentina De Simone