Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica

Alemanno su raccolta rifiuti: Roma non sarà mai come Napoli

CONDIVIDI

Ha scelto un video pubblico su Internet, Gianni Alemanno, per mandare ai suoi concittadini un messaggio di rassicurazione sul fronte rifiuti. “Roma non sarà mai come Napoli“, ha affermato il sindaco capitolino, che ha anzi snocciolato i numeri del successo che ha portato la città a imporsi come modello di avanguardia sulla raccolta differenziata. Parole non condivise da Italo Arcuri, vicesindaco di Riano (uno dei siti individuati per la realizzazione delle nuove discariche che sostituiranno Malagrotta): “Roma – ha replicato – ha uno dei più bassi indici di raccolta differenziata. Alemanno faccia mea culpa“.

Le rassicurazioni di Alemanno – “Roma non sarà come Napoli, non avremmo lo stesso dramma che hanno avuto i cittadini napoletani”. Con queste parole, Gianni Alemanno, ha ieri aperto il video (pubblicato sul Web) col quale ha cercato di spegnere le polemiche intorno alla dismissione della discarica di Malagrotta e l’individuazione di nuovi siti nella provincia capitolina. “Finalmente chiuderà la discarica di Malagrotta – ha spiegato il sindaco di Roma – la più grande discarica d’Europa, che ha creato per 37 anni tanti problemi ai cittadini di quel quadrante. I nuovi siti non saranno vicino a Malagrotta, come qualcuno voleva fare, ma saranno lontano e saranno provvisori. Io voglio dire ai cittadini che sono vicini ai siti individuati dal Prefetto – ha continuato Alemanno – che si tratta di un impegno solo per tre anni e non ci saranno rifiuti che creano impatto ambientale, ma solo rifiuti trattati“.

La replica da Riano – Di più: “Voglio dire a tutti i cittadini – ha proseguito il sindaco – che Roma sta andando avanti sulla raccolta differenziata: siamo passati in meno di 4 anni dal 17 al 27% e i cittadini serviti oggi sono ben 665 mila. Un risultato importante per Roma, che ci mette veramente all’avanguardia”. Ma le “rassicurazioni” del primo cittadino non hanno convinto Italo Arcuri, vicesindaco di Riano, il piccolo centro a nord della Capitale scelto tra i nuovi siti di sversamento rifiuti. “Il sindaco di Roma faccia mea culpa – ha tuonato – la Capitale ha uno dei più bassi indici di raccolta differenziata. Alemanno si assuma le sue responsabilità e lasci stare il territorio della provincia, i cui cittadini non hanno bisogno di comprensione pelosa, ma di rispetto“.

Maria Saporito