Catanzaro, nuova tecnica per il trapianto di cornea

Nuova tecnica per il trapianto di cornea. Tecniche all’avanguardia per il trapianto di cornea al Centro oculistico dell’Università Magna Grecia di Catanzaro. Stiamo parlando della cheratoplastica endoteliale, l’ultima nata fra le tecniche di chirurgia lamellare. Attraverso questa procedura, diretta dal prof. Giovanni Scorcia – si legge in una nota dell’Ateneo – “viene sostituito solo l’endotelio, uno degli strati corneali funzionalmente più importanti, che mantiene la cornea trasparente, con il risultato che il paziente ottiene un recupero funzionale ottimale nel giro di poche settimane”. Con la cheratoplastica perforante convenzionale, che prevede la sostituzione totale della cornea, il paziente necessitava invece di 12-18 mesi per il recupero.

Oltre 200 trapianti effettuati. “La possibilità di poter usufruire di una tecnologia così avanzata e innovativa – ha spiegato Scorcia – consente un’alta sensibilità diagnostica e la possibilità di effettuare interventi chirurgici di cheratoplastica lamellare di vario genere, a seconda del tipo di patologia corneale riscontrata”. Dal 2009 ad oggi, nel Centro di chirurgia corneale dell’Unità operativa di Oculistica sono stati eseguiti con successo, con tecniche di chirurgia lamellare, più di 200 trapianti di cornea: un risultato di rilievo che pone il Centro tra i più importanti, per quantità e qualità degli interventi realizzati.

Cheratocono, patologia molto diffusa in Calabria. La tecnica sarà presentata dal prof. Scorcia e dalla sua equipe nel corso di prossimi eventi scientifici internazionali di Oftalmologia a Vienna, Creta, Orlando e ha già prodotto articoli ed editoriali su prestigiose riviste scientifiche di settore. “Tra le patologie per le quali sono maggiormente indicate le tecniche di cheratoplastica lamellare anteriore si annovera il cheratocono, malattia che consiste in una deformazione a cono della cornea, con progressivo assottigliamento e perdita di trasparenza (patologia molto diffusa in Calabria)”.

Adriana Ruggeri