Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Cina: la legge Usa contro yuan darà vita ad una guerra commerciale

CONDIVIDI

La Cina ha rilanciato il suo avvertimento agli Stati Uniti circa il rischio di una guerra commerciale se il Congresso approverà la legge che pressa Pechino per apprezzare lo yuan. È il Daily China, citando Cui Tiankai, vice-ministro degli Esteri cinese, a riportare la notizia. “Se la proposta sarà trasformata in legge il risultato sarebbe una guerra commerciale tra la Cina e gli Stati Uniti e questo comporterebbe un mancato guadagno per entrambe le parti”, ha riferito il vice-ministro cinese, che ha ribadito l’opposizione di Pechino al disegno di legge che, per il Dragone, ostacolerebbe la ripresa economica mondiale e la crescita economica degli Stati Uniti con conseguente perdita di posti di lavoro. “Il disegno di legge non rappresenta in nessun modo la realtà delle relazioni economiche e commerciali” tra i due Paesi, ha detto ancora Cui, aggiungendo che sarebbe dannoso per i rapporti economici e potrebbe avere un impatto negativo sulle relazioni bilaterali. Il Senato degli Stati Uniti dovrebbe arrivare a una votazione finale entro questa settimana.

Giù le stime di crescita al 9,4%. L’Accademia Cinese delle Scienze Sociali (Cass), intanto, ha ridotto la stima della crescita della Cina per il 2011 al 9,4% da una precedente previsione del 9,6%. È China Securites Journal, il quotidiano cinese in lingua inglese. L’accademia ha attribuito il rallentamento in parte all’intensa ristrutturazione economica del paese che ha permesso all’economia di dipendere meno stimolo del governo. Nel suo ultimo rapporto sull’economia, l’accademia prevede che gli investimenti in immobilizzazioni cresceranno del 23,8% quest’anno e il consumo del 17%. Le importazioni saliranno del 26,2% mentre le esportazioni guadagneranno il 21,8%, causando una terza contrazione consecutiva del surplus commerciale della Cina. L’indice dei prezzi al consumo, l’indicatore più importante per l’inflazione, è stimato al 5,5% per l’anno e al 4,6% per il 2012. Il Prodotto interno lordo secondo le previsioni della Cass aumenterà del 9,2% nel 2012, a condizione che il clima economico sia interno che estero non peggiori.

M.N.