Ilary Blasi a tuttocampo: Io e Francesco una coppia da Iene

Ilary Blasi,Francesco Totti. E’ una Ilary Blasi che parla a cuore aperto quella intervistata in esclusiva dal quotidiano La Repubblica. Un’occasione per fissare un momento di estrema felicità sia professionale che sentimentale, cercando di ritrarsi il più possibile come una ragazza normale. La Iena della porta accanto la potremmo definire. “Io e Francesco (Totti, capitato e simbolo della Roma per i pochi che non lo sapessero) i Beckham de noantri? Loro li adoro fanno sempre un sacco di cose e poi se ne dicono tante ma alla fine sono sempre insieme, sono un esempio positivo, ma io e Francesco siamo diversi, niente vita mondana, andiamo a letto alle dieci“. Una coppia che presto potrebbe diventare anche un sodalizio televisivo dopo i fortunati spot in cui sono ritratti assieme? “Una sitcom con Francesco? Mi divertirebbe, ma insomma non è il suo lavoro, ma io si, mi piacerebbe fare l’attrice”.

Professione, Figli. Ilary da cinque anni è al timone delle Iene, la corrosiva trasmissione tv di Italia 1 di cui parla con grande spirito di corpo. “Alla fine siamo tutte Iene, chi più chi meno….All’inizio ci si aspettava poco da me, voglio dire un’ex letterina sposata con un calciatore!”. Dice che è stato Fabio Fazio, che l’ha voluta con sè nella prima edizione di Che Tempo che Fa, a farla crescere professionalmente, dimostrando che era qualcosa di più di un bel corpo. Per il futuro le piacerebbe condurre  un reality, essere un vero comandante in capo “Sei lì da sola, devi badare a tutti”. Il suo modello è Simona Ventura, sempre così irriverente, così fuori dagli schemi. Poi non poteva mancare un pensiero dedicato ai suoi due figli Cristian e Chanel con cui è una mamma severa e intransigente. “Certamente fanno una vita molto più agiata di quella che ho fatto io, ma voglio sempre che si rendano conto del valore dei soldi e che tutto non è scontato“. Dice di non essere una mamma fisica che il vero coccolone in famiglia è Totti. Infine una curiosità sulla scelta del nome Chanel. “L’ho scelto per la musicalità, insomma Totti è un cognome così duro, non l’ho fatto per moda giuro, e poi adesso guardate quante bambine, anche fuori Roma, si chiamano Chanel“. Insomma a quanto pare, Ilary Blasi, oltre le gambe c’è di più.

Simone Ranucci.