Succede in Germania: un virus informatico per spiare i cittadini

CONDIVIDI

Trojan, Germania – E’ bufera sulle autorità tedesche. Un trojan (un tipo di virus informatico) è stato diffuso per spiare i cittadini. La scoperta è stata fatta da Chaos Computer Club, un gruppo di hacker che va a caccia sul web di operazioni statali illegali. Nel frattempo, con evidente imbarazzo, il governo federale ha ordinato un’inchiesta. Il virus aveva la funzione di penetrare nei computer degli ignari cittadini per acquisire immagini webcam, contatti telefonici, indirizzi e altri dati sensibili allo scopo di combattere la criminalità e fermare presunti terroristi prima che possano nuocere. Purtroppo però le intenzioni sono state fermate da un gruppo di hacker che ha individuato e riprodotto il virus accorgendosi che lo avrebbero diffuso proprio le autorità.

Cavallo di trojan – Ovviamente questa scoperta ha provocato grande imbarazzo presso le autorità e, di fatto, ancora l’utilizzo del programma non è stato smentito. Anzi, filtrano i primi imbarazzati provvedimenti disposti da Steffen Seibert, portavoce del governo federale che ha ordinato l’apertura di un’inchiesta. Il ministro dell’Interno federale invece, conservatore, è adesso in evidente difficoltà perchè la corte Costituzionale tedesca ha recentemente vietato tassativamente che lo spionaggio internettiano si spinga fino a tali limiti. Di certo, quella di immettere un trojan nella Rete al fine di spiare i cittadini, è una mossa molto pericolosa: adesso che è stata scoperta tempestivamente, si attendono sviluppi importanti circa la vicenda.

R. A.