Home Spettacolo Cinema

Torino in memoria di Robert Altman e di quell’amata e odiata America

CONDIVIDI

Torino omaggia Robert Altman: morto nel 2006, l’immenso regista Robert Altman è stato uno dei più grandi fustigatori della sua America: capolavori come America oggi, i Protagonisti, M.A.S.H. sono state geniali ed impietose stilettate volte contro lo spirito nazionalista a stelle e strisce. Motivo per il quale Altman non ha mai ricevuto in patria grandi riconoscimenti nonostante la sua indiscutibile caratura, l’Europa, di converso, con un cineasta del genere è sempre andata a nozze ricoprendolo di prestigiosi premi e attestati di stima. Si appresta a dedicare un spazio speciale al ragazzo venuto dal Missouri la città di Torino.

La Grande America: trattasi di una mostra fotografica battezzata Robert Altman. America America che si aprirà domani presso il Museo del Cinema di Torino; fotogrammi che raccontano una Nazione importante, decadente e splendente, controversa e convinta, american dream e incubi americani, soldati eroici e reduci resi folli, il mito del West misto alla mattanza dei Nativi, le illusioni di immortalità e la miseria dei sobborghi…tutto questo e altro è l’America e Robert Altman non si è mai risparmiato di ricordare ai suoi compatrioti le spinose contraddizioni dell’amata Patria. 100 spettacolari riproduzioni di grande formato, curate da Emanuela Martini faranno da apripista alla retrospettiva dedicata al grande regista americano che si terra’ al Torino Film Festival, dal 25 novembre al 3 dicembre. Con un “padrino” spirituale di questo spessore le premesse per quest’anno non potrebbero essere migliori.

Valeria Panzeri