Home Televisione

Caso Ruby, la moglie di Emilio Fede: “Non chiedo la separazione, ma i danni per lesione diimmagine”

CONDIVIDI

Diana De Feo ed Emilio Fede – E’ “particolare” l’intervista che Diana De Feo, la moglie di Emilio Fede, ha rilasciato al settimanale A. La donna ha parlato della sua reazione quando ha saputo dei tradimenti del marito, che, come tutti sanno, è coinvolto nel caso Ruby ed è accusato, insieme a Lele Mora e Nicole Minetti, di sfruttamento della prostituzione. In sintesi Diana De Feo dichiara che, appena ha letto le vicende del caso Ruby, si è arrabbiata e ha pensato di chiedere la separazione, ma poi ha cambiato idea e le è invece venuto in mente di chiedere i danni per “lesione di immagine”.

“Lesione di immagine” – “Quando ho letto quelle cose sui giornali ho pensato di andare dall’avvocato e chiedere la separazione. Poi ci ho ripensato e ho deciso di chiedere piuttosto i danni per lesione di immagine. Sono un senatore della Repubblica, la mia immagine è legata al nome della storia dell’arte, della cultura, non voglio vederla appannata“, dichiara la donna, che poi racconta come tra lei e il gironalista sia tornato il sereno: “Sono andata da mio marito a Milano e gli ho detto: da te voglio un sacco di soldi, voglio essere risarcita”. Lui mi ha detto: “Diana, abbiamo tutti i conti in comune, quello che possediamo appartiene a entrambi, prenditi tutto quello che vuoi”. E allora mi sono resa conto che per me tutte queste cose hanno poca importanza rispetto al ricordo di tanti bei viaggi fatti insieme. Inoltre abbiamo due figlie da seguire e i nipoti”

Laura Errico