Libia, Al Zawahiri: Al Qaeda contenta per i ribelli, ma attenti alle pressioni dell’Occidente

Al Qaeda è a favore della ribellione in Libia e lo rende noto esplicitamente con un video messaggio, comparso ieri su internet e prontamente individuato dal Site, il centro americano di monitoraggio dei siti islamici.
Nella registrazione a parlare è Ayman al Zawahiri, 59enne egiziano identificato come il nuovo numero uno dell’organizzazione terroristica islamica, in seguito all’uccisione da parte dei servizi americani di Osama Bin Laden, che dichiara il proprio entusiasmo per la capacità dei ribelli libici di conquistare Tripoli, avvicinandosi all’obiettivo finale rappresentato dalla definitiva estromissione dal potere del colonnello Muammar Gheddafi.

L’avvertimento – Nelle parole di Al Zawahiri vi sono anche avvertimenti rivolti al popolo libico, affinché non si faccia abbindolare dalle tentazioni che arriveranno dagli Stati Uniti: “La prima cosa che la Nato farà sarà chiedervi di abbandonare l’Islam. Non permettete loro di ingannarvi e di privarvi, fate attenzione ai complotti dell’Occidente e ai suoi sbirri”, pena il rischio di perdere quello che è stato ottenuto con “sacrifici e sofferenza”.
All’interno del messaggio anche un invito agli algerini a seguire l’esempio dei cugini libici: “Se mi congratulo con il nostro popolo in Libia per la sua vittoria contro il tiranno, invito il popolo di Algeria a seguirne l’esempio. I vostri fratelli in Tunisia, quindi in Libia hanno gettato i loro tiranno nella spazzatura della Storia, perché non vi rivoltate contro il vostro tiranno?”.

S. O.