E’ Fassino il sindaco più apprezzato d’Italia

Piero Fassino, Flavio Tosi e Matteo Renzi. Per l’istituto di ricerca Datamonitor, sono loro i tre sindaci più amati d’Italia. O per lo meno quelli più apprezzati dai loro concittadini. L’indagine Monitorcittà ha focalizzato la propria attenzione sui sindaci che hanno superato la soglia del 55% di apprezzamento sul loro operato, tracciando una mappa interessante, che ha certificato l’incoronazione del primo cittadino di Torino.

Fassino on the top – Con il 68,5% dei voti a favore, Piero Fassino è il sindaco più apprezzato dai concittadini di tutto lo Stivale. A rivelarlo è l’istantanea scattata dalla Datamonitor, che ha passato in rassegna quanto fatto dagli amministratori comunali nei primi 6 mesi del 2011. L’indagine non ha coinvolto tutti i sindaci d’Italia, ma soltanto i più “amati”, coloro cioè che sono stati promossi dal 55% dei loro concittadini. Con il 67,6% è il veronese Flavio Tosi a guadagnarsi la medaglia d’argento, mentre il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, si piazza sul gradino più basso del podio con il 65,9%.

Classifica al maschile – Seguono a ruota due sindaci campani: Vincenzo De Luca, con il 65,5% (Salerno) e Luigi De Magistris, con il 65% (Napoli).  Tra i 48 sindaci “monitorati”, Gianni Alemanno si ferma a metà classica (24simo posto con il 58,2% dei consensi), registrando però un incremento significativo, pari al 4,9% rispetto all’ultima rilevazione. Accanto a lui anche il sindaco di Bari, Michele Emiliano, che fa però registrare un calo del 2,2%. Dei 48 amministratori “fotografati” da Monitorcittà (tutti uomini), 31 sono di centrosinistra e 17 di centrodestra. E ancora: 19 amministrano città del Nord, 12 città del Centro e 17 del Sud.

Maria Saporito