Home Notizie di Calcio e Calciatori

Inter, la resa del guerriero Stankovic: “Dico addio alla nazionale serba”

CONDIVIDI

Inter, Stankovic lascia la nazionale – Il momento per dire basta arriva purtroppo anche per quei guerrieri che danno tutto in campo. Uno di questi è senz’altro Dejan Stankovic, che ha deciso di smettere con la nazionale di calcio del suo paese. Deki ha dato l’addio alla Serbia subito dopo aver perso la partita contro la Slovenia, che ha estromesso la nazionale balcanica dagli spareggi per Euro 2012. Il polivalente centrocampista dell’Inter comunque non dovrebbe essere l’unico ad aver dato l’addio alla selezione attualmente guidata da Vladimir Petrovic: anche il giocatore del Man Utd Nemanja Vidic potrebbe presto dire basta.  

“Aspetto solo match d’addio” – Stankovic ha dato il suo addio ufficiale alla Serbia subito dopo aver perso l’importante gara contro la Slovenia. Nel corso di un’intervista rilasciata ad alcuni cronisti, il centrocampista dell’Inter ha effettuato questo commento: “Per quanto mi riguarda, è stata la mia ultima partita ufficiale con la maglia della nazionale; Aspetto soltanto una partita di addio, ma per quanto riguarda le competizioni ufficiali io ho chiuso“. Dello stesso parere il connazionale Vidic, che ha dichiarato: “E’ arrivato il momento di ringiovanire la squadra; certi giocatori è giusto che si ritirino per lasciar spazio alle nuove leve“.

L’uomo dei record – Stankovic è considerato l’uomo dei record in patria, perchè detiene con Savo Milosevic il record di presenze in nazionale (102). Stankovic è poi l’unico giocatore che può vantare un primato insolito: lui è l’unico ad aver giocato tre Mondiali con la maglia di tre nazionali diverse (Jugoslavia, Serbia e Montenegro, Serbia). Il centrocampista nerazzurro ha poi realizzato ben 16 reti con le maglie delle tre diverse nazionali, e due di queste le ha segnate nella gara del debutto (Jugoslavia-Corea del Sud 3-1 del 22/04/1998). Anche in questo caso si può parlare di record vero e proprio.

Simone Lo Iacono