Home Televisione

Le Iene, Giulio Golia torna a parlare dell’Escozul e della cura dei tumori

CONDIVIDI

Le Iene, l’EscozulGiulio Golia torna a parlare dell’Escozul, un medicinale cubano derivato dal veleno di uno scorpione ed usato per la cura dei tumori. Un anno fa la iena aveva parlato dei viaggi fatti da alcuni italiani a Cuba, per sottoporsi alle cure fatte con l’Escozul per combattere il tumore. L’inviato si era recato anche lui a Cuba, aveva parlato come una dottoressa cubana, la quale gli aveva spiegato cos’è l’Escozul, e aveva intervistato alcune persone che erano andate a Cuba per curarsi conil medicinale menzionato.

Un anno dopo – Nella puntata de Le Iene trasmessa ieri sera Giulio Golia ha parlato inizialmente di quello che è accaduto dopo la messa in onda del suo servizio un anno fa: sono aumentate le persone che hanno deciso di recarsi a Cuba per curarsi, alcuni imprenditori cubani hanno approfittato del massiccio numero di italiani richiedenti cure a Cuba e così hanno cercato di far arrivare medicinali contraffatti in Italia facendoli passare per l’Albania. Poi l’inviato della trasmissione di Davide Parenti ha incontrato le persone che aveva intervistato l’anno scorso per sapere se sono riuscite a combattere il tumore. La prima, Giuseppina, ha sconfitto la malattia, ed ora sta molto meglio, così come Roberto. Patrizia, invece, come tante altre persone, non ce l’ha fatta. Per avere un parere scientifico Giulio Golia ha incontrato anche l‘oncologo Speranza, il quale si è recato a Cuba per avere informazioni sull’Escozul e dal suo viaggio ha avuto delle risposte: l’Escozul serve solo se combinato con le chemioterapie e bisogna sempre usarlo consultando un medico, in quanto ha diverse controindicazioni, in particolare crea problemi alla coagulazione del sangue e quindi non può essere usato per particolari tipi di tumore.

Laura Errico