Home Sport Motori SBK, si chiude a Portimao tra voci di mercato e lieti ritorni

SBK, si chiude a Portimao tra voci di mercato e lieti ritorni

SBK, Checa finalmente sereno – Vincere un titolo mondiale è un traguardo unico, difficile ma in grado di aprire una nuova visione non solo nelle corse ma anche nella vita. Lo ha recentemente scoperto Carlos Checa, iridato a 39 anni dopo intere decadi passate nel motomondiale alla ricerca di quel successo che, nella realtà, non è mai arrivato. L’approdo con Ducati Althea pareva essere oramai l’ultima spiaggia prima del ritiro, ed invece si è trasformata in una completa rinascita, a tratti estremamente intima: “Sono rimasto sorpreso quest’anno. Ho conosciuto un nuovo Carlos Checa, più maturo e migliore come pilota” rileva al quotidiano spagnolo Marca: “La cosa che mi duole di più è il non aver potuto scoprire prima quello che so adesso. Quando ero più giovane, avevo molta gente che confidava in me e si faceva illusioni sul mio conto. Ora, per la prima volta, mi sento in pace” Una serenità ed equilibrio però già a rischio, con una difficile scelta da compiere in vista della stagione 2012.

Ricca ipotesi BMW – Con il numero uno sul suo capolino, lo spagnolo sperava di ricevere un trattamento degno di un campione del mondo in carica. Il problema però è che né Ducati Althea Racing hanno le risorse finanziarie per andare incontro alle nuove esigenza del pilota. La casa di Borgo Panigale potrebbe aumentare i premi relativi ai risultati in pista, ma ingaggio e contratto devono essere firmati con Genesio Bevilacqua, attualmente intento a proteggere la sua azienda dalle accuse di truffa aggravata. Una situazione di stallo assolutamente scomoda, che ha favorito l’arrivo della mega-offerta BMW rivolta propria a Checa: contratto da ottocentomila euro, appoggio ufficiale ed una squadra preparata e assolutamente in grado di puntare in alto. Una offerta allettante con una precisa scadenza: questo fine settimana. Dopo Portimao infatti le squadre avranno i primi test 2012 e la BMW vuole subito mettersi al lavoro per trasformarsi in un vero Top-team. Si aspetta con trepidazione la decisione di Carlos.

Ritorna Biaggi – Chi invece non ha di questi problemi è Max Biaggi. Il suo contratto con Aprilia prevede anche la prossima (e forse sua ultima) stagione. La voglia di vincere è tanta, soprattutto adesso che ritorna in pista dopo l’infortunio al piede che lo ha costretto a saltare due round consecutivi: “Ho sperato molto nel tornare in pista velocemente, è la prima volta nella mia carriera che salto delle gare. Ovviamente le mie condizioni non sono al 100%, ma la voglia di scendere in pista è davvero forte. Portimao è un circuito bellissimo, molto impegnativo e spettacolare. L’anno scorso qui raccolsi la prima doppietta mia e dell’Aprilia, già dalle prime prove di venerdì sapremo a quale risultato sarà possibile puntare. Ho lavorato nei limiti del possibile per recuperare il tono muscolare e presentarmi al meglio” Da difendere c’è il terzo posto nella classifica piloti, attualmente in mano al futuro compagno di squadra Laverty. Che lo spettacolo abbia inizio.

Riccardo Cangini