Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Usa, strage in un centro estetico: 8 morti

Usa, strage in un centro estetico: 8 morti

Strage per la custodia del figlio. È di otto morti e un ferito il bilancio della sparatoria avvenuta quest’oggi in un centro estetico di Seal Beach, cittadina a circa 50 km da Los Angeles, in California. Secondo le prime ricostruzioni, un uomo armato fino ai denti sarebbe entrato nel negozio, situato all’interno di un centro commerciale, all’ora di pranzo, iniziando a sparare senza fermarsi. I motivi del tragico gesto sarebbero da ricercarsi nell’annosa battaglia legale tra due coniugi per l’affidamento di un figlio. L’autore della strage è infatti Scott Dekraai, un ex militare di 41 anni, che dal 2007 lotta per ottenere la custodia. L’ex moglie Michelle Fournier lavorava come parrucchiera nel centro estetico: è stata uccisa sul colpo.

Arresto immediato. Oggetto dell’inaudita ferocia che si è scatenata sul centro estetico sarebbe infatti unicamente l’ex moglie, colpevole di essersi ripetutamente opposta all’affidamento del figlio all’uomo. E, vedendo l’epilogo, se ne comprendono tutte le ragioni. Amici e parenti della coppia che erano a conoscenza della battaglia legale sono rimasti sconcertati dell’accaduto, poiché nonostante numerosi e costanti litigi tra gli ex coniugi, non si sarebbero mai aspettati questa fine. Dopo la strage, l’uomo è scappato dal negozio, allentandosi di fretta dal centro commerciale. La sua auto è stata tuttavia intercettata da alcune pattuglie della polizia, accorse in gran numero in seguito all’accaduto. Secondo quando ha riferito il sergente Steve Bowles, l’uomo, circondato dagli agenti, non ha opposto resistenza all’arresto.

Emanuele Ballacci