“Arrietty”: una dolce storia d’amore da oggi al cinema

Arrietty – Esce oggi nei cinema italiani il film d’animazione “Arrietty” di Hiromasa Yonrbayashi. La sceneggiatura della pellicola, e sarà questo particolare ad attirare buona parte del pubblico nelle sale, è figlia della creatività di Hayao Miyazaki, celebre per opere quali “La città incantata” e “Il castello errante di Howl”. “Arrietty” si ispira ad alcuni racconti di Mary Norton, autrice inglese. Il film dura novantaquattro minuti; le musiche sono di Cécile Corbel.

Trama – “The Borrowers” è il titolo dell’opera da cui è stato tratto “Arrietty”. La storia che a partire da oggi delizierà gli occhi degli abitanti del Bel Paese riguarda una famiglia di individui alti circa dieci centimetri che vivono sotto i pavimenti e che prendono in prestito (“to borrow”) dalle abitazioni ciò di cui hanno bisogno. Arrietty è una minuscola quattordicenne, che si innamora di Sho, un umano che, nonostante gli evidenti problemi “dimensionali”, sembra corrisponderla. Si tratterà con ogni probabilità di un film tenero e avvincente al contempo, che saprà affrontare con perizia e riguardo la tematica dell’amore che spesso perde di senso a causa della banalità con cui viene trattata. Alle volte si ha il disperato bisogno di guardare le cose da prospettive diverse e, quindi, di lasciare che i propri occhi si accorgano di quelle sfumature che ancora non sono state spennellate di superficialità da chi preferisce guardare l’insieme piuttosto che andare a osservare le inezie.

M.C.