Home Lifestyle Salute

Cellulari: uno su 6 contaminato da batteri fecali

CONDIVIDI

Ricerca choc sui cellulari. Un cellulare inglese su sei è contaminato da batteri fecali. Lo rivela uno studio della London School of Hygiene and Tropical Medicine, secondo il quale le tastiere e gli schermi dei dispositivi telefonici inglesi sarebbero un focolaio di virus e materie fecali, come il batterio Escherichia Coli e lo Stafilococco aureo (presenti nell’intestino). La causa principale, secondo gli autori, consiste nel fatto che la gente evita di lavarsi le mani dopo essere andata in bagno o dopo esser entrata in contatto con porte, mezzi pubblici, toilette non igienizzate.

Scarsa igiene la causa principale. Lo studio è stato condotto in 12 città del Regno Unito analizzando le mani di 390 persone e dei loro portatili.  Sui palmi dell’82 % degli analizzati è stata riscontrata la presenza di batteri di ogni tipo, mentre nel 92 % dei casi era il cellulare a ospitare un batterio: in 6 casi su 10 si trattava dell’E. Coli. Lo studio rivela anche una preoccupante tendenza dei britannici a mentire sulle proprie abitudini igieniche. “La gente puo’ affermare di lavarsi le mani regolarmente, ma la scienza dimostra il contrario”, dice Ron Cutler, della Queen Mary University of London. I batteri fecali possono sopravvivere sulle mani e le superfici per delle ore, soprattutto nel caso di temperature più calde e lontano dalla luce solare: possono scatenare diarrea, mal di pancia, febbre e intossicazioni.

Adriana Ruggeri