Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica Opposizione soddisfatta: Maggioranza perde pezzi. Voto vicino

Opposizione soddisfatta: Maggioranza perde pezzi. Voto vicino

Roma – Il governo ottiene la fiducia con 316 voti ma l’opposizione appare soddisfatta: “Vittoria di Pirro. La maggioranza perde pezzi”.

Il commento del Pd – Berlusconi incassa la fiducia della Camera ma non come sperava. Nel Pdl ci sono numerose spaccature a cominciare dall’ex Ministro Scajola, stufo di come stanno andando le cose e chiedendo al premier di cambiare rotta.
Tutto ciò è stato sottolineato dall’opposizione: “Ogni volta che si vota la maggioranza perde pezzi. Oggi hanno perso tre voti rispetto all’ultima fiducia e l’opposizione ha il dovere di provarci ogni volta. Di questo passo non siamo lontani“, è stato infatti, il commento del capogruppo democratico a Montecitorio Dario Franceschini.
Bersani del Pd sottolinea che: “il governo morirà di fiducia. L’alternativa ora è rafforzata. L’opposizione ha dimostrato di non accettare giochi di sopravvivenza sulla pelle del Paese. Da domani il problema politico risulterà ancora più evidente. Noi continueremo la nostra battaglia, come abbiamo fatto in modo incisivo in questi giorni, sia con la manifestazione nazionale a Roma del 5 novembre, sia con la costruzione di un’alternativa che in questi giorni si è evidentemente rafforzata“.

Udc: “Vittoria di Pirro” – Quella di oggi alla Camera è stata una “vittoria di Pirro” secondo il leader dell’Udc. “Nulla lascia presagire che da domani il governo riuscirà a governare. Bisogna dare atto al presidente del Consiglio: il suo obiettivo è quello di andare avanti per qualche settimana ed arrivare allo scioglimento delle Camere e al voto nei primi mesi del 2012″, aggiunge Casini prevedendo che ora “il voto è più vicino“.

Idv: “Non esiste più il governo” – Duro il commento di Di Pietro sulla fiducia al governo: “Il governo non c’è più: non ha una maggioranza politica, ma solo numerica, ed è dovuta al fatto che i Radicali hanno cercato la loro visibilità“, “L’obiettivo delle opposizioni era oggi di dimostrare che la maggioranza è sgangherata, accidentata, che si tiene insieme solo con lo scotch. Non ha speranza, non ha idee né un progetto e che per avere i numeri deve aprire al rialzo il mercato“, ha sottolineato invece il capogruppo a Montecitorio Massimo Donadi.

Matteo Oliviero