Non ditelo alla sposa, versione italiana su Sky

Non ditelo alla sposa – Dopo il successo della serie inglese andata in onda su Lei (canale 127 di Sky), il canale femminile di RCS ha realizzato la puntata pilota della versione italiana di Non ditelo alla sposaUn progetto importante realizzato da Digicast che, a partire dal format originale, ha pensato e prodotto internamente una declinazione tutta italiana del programma per avvicinarsi maggiormente al vissuto, agli stili di vita e alla tradizione del nostro Paese. Il docu-reality prevede che tutti i preparativi del giorno più bello siano affidati allo sposo. Dalla cerimonia alle bomboniere fino all’abito bianco, in due settimane di tempo e con budget fisso, che nell’edizione inglese ammontava a 12000 sterline, a disposizione, il futuro marito deve, infatti, immaginare i desideri della compagna e trasformarli in realtà. Nel corso dei quattordici giorni gli sposi non possono avere nessun tipo di contatto, perché ogni singola scelta deve avvenire all’insaputa della dolce metà.

Format esteri versione italiana – Digicast, dopo aver realizzato Family School – il programma con Francesca Valla andato in onda in primavera – punta con Non ditelo alla sposa ad aumentare l’identificazione dei propri telespettatori, rispettando i loro desideri, i gusti e il loro vissuto.Il programma è solo un esempio dei format televisivi nati in paesi esteri che pian piano stanno invadendo i palinsesti dei canali satellitari e del digitale terrestre e che, dopo la messa in onda nella versione originale, vengono realizzati in versione italiana per adattarsi meglio ai gusti dei telespettatori.

Silvia Aresi