125, Australia: Cortese più forte di vento e pioggia. Zarco terzo

125, Gp Australia – Vento forte e scrosci di pioggia ad intervalli. Non certo un tempo perfetto per una gara ma i tempi del motomondiale sono più che stretti ed allora i semafori rossi si sono spenti comunque. Una grande sfida per i piloti delle quarto di litro rimanere competitivi nonostante le insidie dell’asfalto, una grande vittoria per l’italo-tedesco Sandro Cortese, bravissimo a portarsi davanti a tutti durante il quarto giro e costruire una fuga solitaria più che meritata. Nessuna paura o incertezze bensì una guida pulita ed efficace: “Nella prima parte, all’inizio, ho rischiato un po’ di più rispetto agli altri e anche alla fine” Ammette lui stesso “Quando ho visto la bandiera rossa ero felicissimo perché sarebbe stato un bel rischio proseguire in quelle condizioni

Momenti convulsi – La direzione gara infatti ha deciso di chiudere la gara due giri prima del previsto causa ennesimo temporale che stava allagando pericolosamente la pista. In uno scenario tanto confuso Luis Salom riesce a conquistare un bel secondo posto, massimizzando un fine settimana partito col piede giusto. Beffato invece Johann Zarco, relegato in terza posizione proprio negli ultimi giri: “Sono molto deluso di questo 3° posto” dice il francese “Volevo vincere anche qua ma Cortese è stato veloce all’inizio sul bagnato e non sono riuscito a riprenderlo. Alla fine della gara si è rimesso a piovere ho avuto paura e mi ha passato Salom”. Ad un certo punto persino Vazquez era riuscito a sorpassarlo, salvo poi ritornare quasi subito quarto.

Classifica – Non brillantissima la performance del leader mondiale Terol. Lo spagnolo non è mai riuscito a tenere il passo dei migliori e se riesce a concludere sesto è anche grazie al suo team Bankia Aspar, intelligente nell’usare ordini di squadra ai danni Hector Faubel, settimo. Il distacco in classifica ora si è ridotto a 25 lunghezze e con 50 punti ancora disponibile nulla è davvero certo. Altro piazzamento a punti  per l’italiano Luigi Marciano, 12° in rimonta. Sorrisi anche per Tonucci è 16°e Tasciore 19. Il debuttante Colandrea riesce a terminare la corsa ma è il primo dei doppiati. Tra solo sette giorni vi sarà il penultimo capitolo di questa categoria. Si attendono forti emozioni. A seguire l’ordine di arrivo:01)Sandro Cortese 02)Luis Salom 03)Johann Zarco 04)Efren Vazquez 05)Alberto Moncayo 06)Nico Terol 07)Hector Faubel 08)Maverick Vinales 09)Louis Rossi 10)Danny Webb 11)Marcel Schrotter 12)Luigi Morciano 13)Jakub Kornfeil 14)Alexis Masbou 15)Sturla Fagerhaug 16)Alessandro Tonucci 17)Josep Rodriguez 18)Taylor Mackenzie 19)Manuel Tatasciore 20)Zulfahmi Khairuddin 21)Brad Binder 22)Danny Kent

Riccardo Cangini