Caccia: sindaco Tosi ferisce cacciatore per sbaglio

Caccia: Tosi ferisce cacciatore. Il sindaco di Verona, Flavio Tosi, durante una battuta di caccia avrebbe ferito per sbaglio un altro cacciatore, colpito a quanto pare da pallini di rimbalzo. Il primo cittadino di Verona e leghista di ferro si trovava nella riserva di Terzo di Aquileia, in provincia di Udine. Secondo alcune ricostruzioni Tosi avrebbe sparato ad una lepre, colpendola, ma alcuni pallini sarebbero rimbalzati addosso ad un altro cacciatore, appartenente ad un altro gruppo, ferendolo al braccio ed alla gamba. Quest’ultimo, un ragazzo, è stato operato nella notte all’ospedale di Monfalcone, in pronvincia di Gorizia. La vittima non ha riportato conseguenza gravi e, secondo quanto riportato dall’Ansa, non avrebbe intenzione di sporgere denuncia nei confronti di Tosi.

I Verdi: attività pericolosa e disumana. Duro il commento dei Verdi sulla vicenda, che non si sono fatti mancare una punta di polemica politica: ” Tosi e’ l’esempio lampante che i milioni di baionette che Bossi e i suoi compari minacciano di utilizzare per la secessione non le sanno neanche usare”. A dirlo è stato Francesco Emilio Borrelli, unitamente alla presidente dell’associazione animalista napoletana Le Amiche di Lu, Aldoina Filangieri  commissario regionale campano. “Questo ennesimo episodio dimostra come la caccia resti un’attivita’ pericolosa e disumana da vietare. Questi leghisti sono pericolosi per se stessi, per i loro amici e compagni di merenda ma soprattutto per il mezzogiorno, gli italiani e i poveri animali indifesi”.

A.S.