Fiorello ci farà vedere il più grande spettacolo dopo il week end.

Rosario Fiorello, Rai Uno. Tutto confermato. Alla fine nonostante le minacce di sciopero, nonostante gli annunci discordanti, è arrivato l’ok definitivo. Rosario Fiorello (per tutti semplicemente Fiorello) tornerà in tv con uno show tutto suo a partire dal prossimo 14 Novembre. Il programma si chiamerà “Il più grande spettacolo dopo il week end” ed ogni riferimento al celebre brano di Lorenzo Jovanotti si sappia, non è puramente casuale. La stessa Rai ha sentito il bisogno di ringraziare l’artista per esser venuto incontro alla casa madre in tutta una serie di obblighi anche giuridici che la società pubblica, in quanto pubblica è tenuta a dover considerare. In particolare poi, Fiorello andrà in onda accettando un compenso di gran lunga inferiore a quello che il mercato sarebbe pronto a corrispondergli, il tutto insomma per il semplice attaccamento ad un’azienda che certamente ha contribuito non poco a lanciarlo.

Carriera. Il popolare presentatore ha infatti vissuto a viale Mazzini una vera e propria seconda giovinezza riuscendo ad esprimere quel talento che da sempre tutti gli riconoscevano ma in precedenza non era mai riuscito a porre in atto. Infatti dopo il successo trionfale del Karaoke, trasmissione in cui metteva in mostra le sue doti da cantante oltre che da intrattenitore, erano seguite alcune fallimentari esperienze su Mediaset, tra cui il celeberrimo Non dimenticare lo spazzolino da denti, che ancora oggi viene ricordato come un esempio di flop tv. Ci è voluta la lungimiranza di Fabrizio del Noce nel 2001 (guarda tu che ci tocca elogiare) che l’ha lanciato in Stasera pago Io, nella delicatissima fascia del sabato sera. Con questo show, Fiorello si è affermato nell’olimpo delle stelle televisive arrivando a collezionare successi uno dietro l’altro che l’hanno portato a diventare l’indiscusso numero uno della conduzione televisiva nostrana. Un artista che ci invidiano dovunque. Il più grande spettacolo dopo il week end sarà l’ennesima conferma? Pronti a scommettere metà patrimonio sul si.

Simone Ranucci