Home Televisione I menù di Benedetta. Menù cinematografico. La crème brulée

I menù di Benedetta. Menù cinematografico. La crème brulée

Menù cinematografico. L’originalità di un menù spesso consiste nello scegliere per esso una tematica  sorprendente e insolita… Come quella scelta da Benedetta Parodi per il suo menù cinematografico nel quale si è cimentata a preparare piatti visti e noti in qualche scena di famosi film. Chi non ricorda Pomodori verdi fritti? E la salsiccia e fagioli di Lo chiamavano Trinità? Chi non conosce il cartone Lilly e il Vagabondo e la mitica scena dei due cagnolini che mangiano insieme spaghetti e polpette? E la Crème brulée di Amelie? Tutte ricette riproposte da Benedetta nel suo menù cinematografico davvero insolito che vi aprirà la mente per crearne uno sulla stessa scia completamente diverso.

La Crème Brulée. Per il momento vediamo come si prepara la Crème Brulée. Innanzitutto occorre 250 mel di panna,  4 tuorli, 80 g di zucchero, 1 bustina di vanillina e dello zucchero di canna. Si scalda la panna in un tegamino e vi si aggiunge la bustina di vanillina. Si montano i tuorli d’uovo con lo zucchero in un’altra ciotola e vi si unisce la panna. Si versa la crema così ottenuta in cocottine e si cuociono a banomaria per circa 36 minuti in forno preriscaldato a 180°. Si fa raffreddarre la crema nelle stesse ciotoline e si spolverizza con lo zucchero di canna. Si infornano di nuovo per fa gratinare la crema e darle il tipico colore bruno caramellato.

Caterina Cariello