Inaugurato alla necropoli di Cerveteri il primo distretto tecnologico dei Beni Culturali

La necropoli etrusca di Cerveteri diventa ipertecnologica grazie a Lazio Futouring, il brand del distretto tecnologico per i beni e le attività culturali (Dtc), realizzato dalla Regione Lazio e Filas. A presentare l’iniziativa il presidente della Regione, Renata Polverini che, in anteprima, ha inaugurato il primo sito del distretto. «Il Lazio vanta uno straordinario patrimonio culturale  – ha spiegato la Polverini – . Progetti innovativi, come quello inaugurato oggi a Cerveteri, hanno l’obiettivo di valorizzare i nostri beni culturali, anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. In questo modo vogliamo stimolare l’interesse e la curiosità dei turisti e dei giovani perché possano riscoprire e apprezzare le straordinarie bellezze del territorio che circonda la Capitale».

Percorso multimediale – Tra proiezioni audiovisive multilingue, ricostruzioni virtuali nelle tombe etrusche, effetti sonori, video in 3D, plastici animati e applicazioni mobile, i visitatori potranno ritornare indietro nel tempo, a più di duemila anni fa, per rivivere la magica atmosfera del sito archeologico, grazie all’impiego di avanzate tecniche di spettacolarizzazione.  Corredi, ampolle, arredi multimediali verranno, infatti, ricostruiti con assoluto rigore scientifico e rispetto per la sacralità dei luoghi, lungo il percorso multimediale individuato attraverso le otto tombe etrusche più rappresentative dell’area. E ad accompagnare l’itinerario, la voce di Piero Angela che illustrerà usanze e riti funebri propri dell’epoca.
Oltre al percorso nelle tombe della Banditaccia si potranno ammirare in 3D i reperti conservati oggi nel Museo archeologico di Cerveteri e in vari musei del mondo. Ad arricchire, inoltre, la visita nella Necropoli un’applicazione per smartphone che fungerà da guida interattiva sul posto. Attraverso il circuito “Cerveteri e gli Etruschi” saranno disponibili online sul sito www.futouring.com 180 punti di interesse storico, tra cui Tarquinia, Vulci, Pyrgi e Veio, corredati da immagini e schede informative.

Bus digitale – Sempre nell’ambito dell’iniziativa, il presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, ha presentato anche “Go Futouring”, il bus digitale dotato di dispositivi ultratecnologici per visitare Roma e il Lazio.  Applicazioni multimediali e interattive per gli itinerari turistici, mappe georeferenziate, tablet touchscreen per 25 postazioni, pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica dal sole, totale accessibilità ai disabili, ma soprattutto connessione 24 ore su 24 e integrazione con la piattaforma dei beni culturali laziali. A partire da dicembre i turisti potranno salire sul pullman che partirà con un primo percorso da Civitavecchia a Roma per poi estendersi agli altri itinerari realizzati dal Dtc.

Valentina De Simone