Serie A, Lazio-Roma 2-1: Klose last minute, il derby va a Reja

Lazio-Roma 2-1 – Va alla Lazio la prima stracittadina stagionale. Gli uomini di Reja, grazie ad un gol di Klose all’ultimo minuto di recupero, battono 2-1 la Roma in rimonta nel posticipo serale della 7^ giornata di Serie A. Gara iniziata in salita per i biancocelesti che dopo solo 5 minuti vengono gelati da Osvaldo, al quarto gol di fila, che raccoglie un assist Pjanic e mette in rete da buona posizione. I giallorossi tengono bene il campo per tutto il primo tempo, ma ad inizio ripresa una sciagurata trattenuta di Kjaer ai danni di Brocchi lanciato a rete, propizia il rigore del pareggio di Hernanes e l’espulsione del danese. La Lazio va vicina al gol a più riprese e, all’ultima occasione disponibile, centra il bersaglio grosso con Klose. Reja vince il suo primo derby e sale a quota 11 in classifica godendosi il primato cittadino.

Osvaldo come Totti- Luis Enrique sente molto questo derby e manda in campo una Roma molto carica che dopo soli 5 minuti apre le danze: Pjanic pesca in area Osvaldo e l’italo-argentino, da buona posizione, stoppa la palla e buca Marchetti di sinistro portando i giallorossi sull’1-0 ed emulando l’assente Totti nell’esultanza in un derby di anni fa. La Lazio accusa il colpo e rischia di capitolare nuovamente al 10′ quando Perrota da 20 metri lascia partire un destro che fa la barba al palo. I biancocelesti tentano la reazione prima in contropiede con Klose che manda a lato il suo piattone destro, poi con Hernanes che da fuori area tenta la soluzione personale senza successo. La Roma si rifà viva al 27′ con una grande azione corale che porta Osvaldo ad un passo dal raddoppio, ma solo un ottimo intervento di Biava sventa la minaccia. Ci provano anche Bojan e Cassetti(subentrato a Rosi infortunato), ma Marchetti fa buona guardia. Ancora Hernanes sul finale di tempo cerca il pareggio con una soluzione personale, ma Stekelenburg è attento e sventa la minaccia.

Klose last minute-  La Lazio torna in campo decisamente più in palla rispetto agli avversari e, dopo un tentativo sballato di Klose, arriva l’episodio che cambia il match: al 51′ Kjaer ingenuamente atterra Brocchi lanciato a rete e l’arbitro Tagliavento concede il rigore ed espelle il difensore danese. Sul dischetto si presenta Hernanes che non sbaglia e realizza l’1-1. La Roma va in confusione e diventa preda dei biancocelesti che, galvanizzati dal pareggio, spingono sull’acceleratore. Va vicinissimo al vantaggio laziale Klose che, su calcio d’angolo battuto da Ledesma, colpisce in pieno la traversa con un colpo di testa. Dopo 10 minuti tocca a Cissè mettere il timbro sui legni colpiti con un gran destro al volo, su assist di Mauri, che centra la base del palo. All’89’ Lulic, con una bella iniziativa personale, sfiora il gol che solo uno straordinario Stekelenburg gli nega. La partita sembra avviata ai titoli di coda ma proprio sul gong arriva la doccia gelata per Luis Enrique: Matuzalem ,con un gran tocco di prima, pesca in area Klose che stoppa la palla e con il destro piazza la palla nell’angolino per il 2-1 finale che regala a Reja la prima vittoria in un derby.

 

Antonio Pellegrino