Serie A: top e flop della 7^ giornata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:33

Serie A, top e flop- Campionato sempre più avvicente quello di Serie A che, dopo 6 giornate, continua a non avere un leader: comandano Juventus e Udinese a quota 12, entrambe fermate sullo 0-0 rispettivamente da Chievo e Atalanta. Ne approfitta il Milan che schianta per 3-0 il Palermo e diminuisce il suo distacco dalla vetta. Si ferma il Napoli che cade in casa contro il Parma per 1-2 e con lo stesso risultato l’Inter perde a Catania, restando in una situazione di classifica alquanto preoccupante. La Lazio recupera terreno battendo 2-1 la Roma nel posticipo serale, regalando a Reja la prima vittoria in un derby capitolino. Resuscita il Bologna che, con la cura Pioli, espugna il campo del Novara.

I top di Newnotizie- Al primo posto sul podio dei top di Newnotizie troviamo Zlatan Ibrahimovic: lo svedese i mal di pancia li fa venire al Palermo. Giocate sontuose a ripetizione, assist vincente per Robinho e tanto sacrificio: gli manca solo il gol nella splendida serata di San Siro. Secondo posto per Sergio Floccari: l’ex attaccante della Lazio è fondamentale per l’attacco del Parma nella partita contro il Napoli e, grazie ad una sua magia, regala a Gobbi la palla che sblocca il risultato. Al terzo posto c’è Alejandro Gomez: il folletto di Montella mette a ferro e fuoco la retroguardia interista. Altra partita di alto livello per l’argentino del Catania, sempre più nell’orbita delle big italiane.

I flop di Newnotizie- Al primo posto sul podio dei flop di Newnotizie troviamo Simon Kjaer: il danese rovina quella che poteva essere una bella serata per Luis Enrique. Il suo fallo su Brocchi è ingenuo a dir poco e si becca l’espulsione che cambia l’andamento del match. Al secondo posto c’è Adrian Mutu: doveva essere il valore aggiunto del Cesena, ma le sue prestazioni stanno andando contro le aspettative. Contro la sua ex squadra ci si aspettava una prestazione maiuscola, invece contro la Fiorentina ha rimediato solo un brutto cartellino rosso che evidenzia il suo momento no. Terzo posto per Josip Ilicic: d’accordo che Ibra è stato l’attore protagonista nel match contro il Palermo, ma almeno il ruolo di comparsa poteva ritagliarselo. Prestazione assolutamente insufficiente.

 

Antonio Pellegrino

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!