Spagna: Eta pronta a deporre definitivamente le armi. L’annuncio potrebbe arrivare in settimana

Spagna, Eta pronta a deporre le armi. Il lungo periodo di terrore dettato dall’Eta starebbe per concludersi. Un anonimo esponente del Partito Nazionalista Basco (PNV) ha dichiarato che in settimana ci sarà un annuncio ufficiale dell’organizzazione armata terroristica d’ispirazione marxista-leninista, nella quale si comunicherà che “L’attuale ‘cessate il fuoco’ diventerà definitivo e irreversibile”. La dichiarazione di quest’iscritto al PNV arriva a pochi giorni dalla conferenza sul separatismo basco tenutasi a San Sebastian (importante città della Comunità Basca), nella quale c’era stato un appello allo stop delle violenze armate, ed alla riapertura dei dialoghi con i governi di Spagna e Francia.

825 morti in 40 anni di violenze – L’Eta (Euskadi Ta Askatasuna, dal basco “paese basco e libertà“) è stata fondata nel 1959 da un gruppo di studenti nazionalisti baschi. Ha come simbolo un serpente avvolto intorno ad un’ascia, e rivendica l’indipendenza del territorio basco dalla Spagna e dalla Francia. L’Eta si è affacciata alla lotta armata terroristica nel 1968, quando riuscì ad uccidere la guardia civile José Pardines, e il dirigente della Brigada Social (polizia politica) Melitòn Manzanas. Da allora ha compiuto numerosi cruenti attentati, che hanno portato all’uccisione di 825 persone. L’Unione Europea e gli Usa l’hanno inserita nella lista delle più pericolose organizzazioni terroristiche nel 2001. L’Eta ha anche una sua emanazione politica, che è il partito Batasuna, sciolto dalla giustizia spagnola nel 2003. Negli ultimi anni ha subito numerosi arresti eccellenti in Spagna ed in Francia, che hanno inferto dei duri colpi alla pericolosa organizzazione terroristica.

Simone Lo Iacono