Baila: vincono la Gregoraci e Vitagliano, ma la D’Urso chiede i danni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:32

Baila la finale – Lunedì sera è andata in onda in prima serata su Canale 5 la quarta e ultima puntata di “Baila!”. La coppia vip vincente è stata quella formata da Costantino Vitagliano ed Elisabetta Gregoraci insieme ai due non famosi Jessica e Giancarlo. Contro ogni previsione infatti la coppia Elisabetta Gregoraci – Costantino Vitagliano ha stacciato una dopo l’altra le cinque coppie rivali e nel finale ha battuto il duo Marcella Bella- Max Laudadio conquistando la vittoria. Prima della conclusione la Gregoraci ha dedicato la sua gioia  alla mamma, da poco scomparsa:Prima non lo volevo dire perchè c’era il televoto, ma adesso che abbiamo vinto posso dirlo. Dedico la vittoria a mia madre, perchè è stata lei, quando è arrivata la proposta di “Baila!” a dirmi: Eli vai a fare “Baila!”, e divertiti e così ho accettato. Grazie mamma ti voglio bene“.La finale anticipata ha totalizzato 2.368.000 telespettatori con uno share dell’11,77%, e ha confermato quindi il flop del programma. La conduttrice Barbara D’ Urso, in imbarazzo per il flop, ha dichiarato: “Noi siamo andati in onda lo stesso con un programma amputato, con un programma monco, fieri di averlo fatto. Ora aspettiamo la decisione del giudice e chissà che tra qualche mese non ci sia la possibilità di farvi vedere il vero Baila!.

Richiesta di risarcimento – Mediaset infatti ha fatto sapere di voler chiedere i danni, imputando la sconfitta dell’auditel alla causa intentata dalla Rai di cui è stata paladina la padrona di casa di “Ballando con le Stelle”,Milly Carlucci. Il tribunale, infatti,aveva deciso di  bloccare la messa in onda dello show originale per plagio. Il regista Roberto Cenci e gli autori  sono stati quindi costretti a cambiarne le caratteristiche  poche ore prima del debutto. Mediaset ha comunque fatto ricorso e in un comunicato stampa diffuso ieri dichiara: “Stasera andrà in onda la quarta e ultima puntata della versione deformata di Baila!. Come è noto, il progetto originario, articolato in sei puntate, non ha mai potuto essere realizzato a causa di un incomprensibile ricorso d’urgenza presentato, prima ancora che Baila! andasse in onda, da una conduttrice e da un’azienda concorrente convinti che la normale competizione televisiva in questo caso non dovesse avere luogo. Il ricorso ha generato comunque un provvedimento al buio del Tribunale di Roma che Mediaset, pur non condividendolo, ha rispettato scrupolosamente rivoluzionando Baila! alla vigilia del debutto e amputandolo di elementi cruciali diffusi in tutte le gare di ballo televisive per garantire un’avvincente struttura narrativa. […] La versione deformata di Baila! stasera si fermerà con un arrivederci al pubblico. E’ già infatti allo studio un nuovo programma Mediaset dedicato al ballo che, magistratura permettendo, saprà incontrare i gusti dei telespettatori. A conclusione di questa incomprensibile e dispendiosa vicenda, Mediaset procederà in ogni caso alla richiesta di un equo risarcimento per il danno subito.

Silvia Aresi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!